Oggi Italia-Irlanda con vista sulla Spagna


Ultimo impegno del girone per l’Italia che oggi incontra l’Irlanda ma da ieri sera è sicura di incontrare la Spagna agli ottavi di Euro 2016

– di Marco Vigarani –

Giaccherini in azione contro la Spagna (ph. Zimbio)

Sarà la Spagna l’avversario dell’Italia negli ottavi di finale (ph. Zimbio)

La qualificazione è in tasca insieme ad un primo posto matematico che improvvisamente è diventato un impegno scomodo per l’Italia che da ieri sera conosce già con totale certezza il proprio destino. Gli Azzurri sono entrati nella parte difficile del tabellone e dovranno vedersela agli ottavi con i campioni in carica della Spagna in una riedizione dell’ultima finale dell manifestazione ma intanto stasera è obbligatorio concentrarsi sull’Irlanda. Fra poche motivazioni e tante distrazioni c’è infatti il concreto rischio di fare una figuraccia contro i combattivi ragazzi allenati da mister O’Neill che si giocheranno le proprie carte di qualificazione puntando tutto sulla grinta e la determinazione. Ecco che allora Conte ha preparato una contromossa prevedibile ma intelligente che consenta di mantenere alta l’attenzione sull’avversario immediato evitando allo stesso tempo accumuli di stanchezza e cartellini: un robusto turnover. L’Italia che vedremo stasera in campo a Lilla su un campo tutt’altro che perfetto sarà una lontana cugina di terzo grado di quella apprezzata nelle prime due uscite: probabilmente saranno ben nove i cambi operati da tecnico con la speranza di ottenere risposte importanti anche dagli uomini per ora tenuti ai margini delle rotazioni.

Il gol di Hoolalan ha fatto tremare la Svezia (ph. Zimbio)

Riserve azzurre in campo contro l’Irlanda oggi alle 21 a Lilla (ph. Zimbio)

Conte ovviamente non accetta cali di concentrazione e già nella conferenza di ieri ha specificato: “Questa non è una vigilia rilassata, almeno non lo è per me. Quella contro l’Irlanda infatti non è una partita inutile così come però non servirà neanche a creare titolari e riserve. L’Italia è costituita da 23 elementi e mi aspetto che domani si comporti da squadra. Darò spazio a chi ha giocato meno pur mettendo sempre in campo una formazione equilibrata perché è una partita a cui noi teniamo“. Come detto, si va verso un buon numero di sostituzioni più o meno obbligate: da Candreva fuori per infortunio fino a Bonucci, De Rossi e Chiellini ai quali saranno evitate squalifiche passando per il turno di riposo concesso a Giaccherini, Parolo, Eder e Pellè. Non ci si sposterà però dal 3-5-2 che resta il modulo scelto per affrontare il 4-3-1-2 dell’Irlanda, squadra che ha battuto l’Italia solo in due occasioni su tredici precedenti a fronte di ben otto successi nostrani. Le due squadre si sono incontrate anche quattro anni quando i gol di Cassano e Balotelli spianarono la strada verso il successo azzurro.

Italia (3-5-2) – Sirigu; Darmian, Barzagli, Ogbonna; De Siglio, Florenzi, Thiago Motta, Sturaro, El Shaarawy; Immobile, Zaza.
Irlanda (4-3-1-2) – Randolph; Coleman, O’Shea, Clark, Brady; McCarthy, Hendrick, Whelan; Hoolahan; Walters, Long.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *