Pari il derby di Manchester, Chelsea ko con la tecnologia


Nessun gol nel derby di Manchester ed allora il City resta in vetta con l’Arsenal. Chelsea ancora ko per mano di Zarate e della Goal Line Technology, vola il Leicester di Ranieri

– di Marco Vigarani –

De Bruyne contro Martial, sfida tra baby fenomeni nel derby di Manchester (ph. Zimbio)

De Bruyne contro Martial, sfida tra baby fenomeni nel derby di Manchester (ph. Zimbio)

La nuova stagione della Premier League ha sicuramente consegnato di nuovo al mondo un ottimo livello del calcio di Manchester con due squadre a lottare per le posizioni di vertice e quindi ci si attendeva un derby divertente ed emozionante. United e City invece hanno strappato più sbadigli che applausi in una delle stracittadine più brutte della storia con due sole occasioni nel finale, nessun tiro nei primi 45′ di gioco ed uno 0-0 che accontenta solo gli uomini di Pellegrini (“Gara tattica” la definizione data dal tecnico cileno) in grado di difendere la vetta della classifica dall’assalto dell’Arsenal. Wenger infatti può brindare al primo posto in coabitazione grazie al successo per 2-1 sull’Everton agevolato da due errori del portiere Howard ma poi blindato nel finale dalle parate di Cech, ex Chelsea. Proprio i Blues di Mourinho sembrano invece ormai incapaci di rialzarsi da un avvio di stagione disastroso che sta mettendo sempre più a repentaglio l’incarico del portoghese, espulso: l’ultimo scivolone è arrivato nel derby con il West Ham, vincente 2-1 anche grazie alla rete dell’ex laziale Zarate. Nel corso della sfida c’è stato bisogno anche della Goal Line Technology che ha negato una rete al Chelsea spegnendo sul nascere qualsiasi polemica sia in campo che sugli spalti anche se non è sfuggito alla critica un fuorigioco inesistente che ha causato l’annullamento di una rete di Fabregas.

I fratelli Andre e Jordan Ayew si scambiano la maglia a fine partita (ph. Zimbio)

I fratelli Andre e Jordan Ayew si scambiano la maglia a fine partita (ph. Zimbio)

A proposito di tecnici, si prolunga ancora l’attesa per la prima vittoria di Klopp alla guida del Liverpool visto che i Reds non sono andati oltre l’1-1 casalingo contro il Southampton con cui condividono il sesto posto in classifica. Continua a volare invece Claudio Ranieri con il suo Leicester vincente di misura sul Crystal Palace con gol dell’inarrestabile centravanti Vardy, giunto alla settima marcatura consecutiva: con 19 punti il tecnico italiano occupa la terza posizione in Premier. Due punti più sotto si trova il Tottenham che ha avuto assolutamente vita facile con il Bournemouth battuto a domicilio 5-1 con doppietta di Kane mentre invece il West Bromwich ha sbancato il campo del Norwich continuando a veleggiare così a centro classifica dove si è issato anche il Watford grazie al successo esterno sullo Stoke. In coda spicca sicuramente il trionfale 3-0 con cui il Sunderland ha avuto ragione del Newcastle ma merita spazio anche il 2-1 dello Swansea in casa dell’Aston Villa: hanno infatti trovato la via del gol entrambi i fratelli Ayew anche se su fronti opposti.

Risultati
West Ham-Chelsea 2-1
Stoke City-Watford 0-2
Leicester-Crystal Palace 1-0
Aston Villa-Swansea 1-2
Norwich-West Bromwich 0-1
Arsenal-Everton 2-1
Sunderland-Newcastle 3-0
Manchester United-Manchester City 0-0
Bournemouth-Tottenham 1-5
Liverpool-Southampton 1-1

Classifica
Manchester City, Arsenal 22; West Ham, Manchester United 20; Leicester 19; Tottenham 17; Crystal Palace 15; Southampton, Liverpool, West Bromwich 14; Everton, Watford, Swansea 13; Stoke City 12; Chelsea 11; Norwich 9; Bournemouth 8; Sunderland, Newcastle 6; Aston Villa 4.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *