Il Parma batte l’Alessandria e conquista la serie B. Scavone e Nocciolini stendono i grigi


Il Parma di D’Aversa vince i play off e ritrova la serie B dopo 9 anni. Basta una rete per tempo per avere la meglio dell’Alessandria di Giuseppe Pillon.

-di Luca Nigro-

Il momento della premiazione del Parma (ph. Simone Meloni)

E’ il Parma la quarta promossa in serie B. I ducali tornano in cadetteria dopo nove anni, ma stavolta è un dolce ritorno. Dopo tanti stagioni giocate tra serie A ed Europa, i ducali rinascono dalle proprie ceneri dopo l’amaro fallimento e nel giro di due anni riescono a conquistare due promozioni consecutive. Questa è sicuramente la più sofferta e difficile ma anche la più bella, arrivata dopo una stagione lunga terminata solo dopo la metà di giugno. Al Franchi di Firenze nella finalissima play off, la squadra di D’Aversa ha la meglio per 2-0 sull’Alessandria che sperava nel ritorno in B dopo ben 42 anni. Entrambe arrivavano a questa sfida dopo essere giunte seconde nei propri gironi ed essere riuscite ad avanzare nella lunga competizione dei play off. Vittoria meritata quella del Parma, al cospetto di un Alessandria generosa ma poco incisiva. Pillon da quando aveva preso in mano la guida tecnica dei grigi, non aveva mai perso ed è costretto a cedere le armi nella gara più importante della stagione. Nelle prime battute le squadre si studiano anche se la partita si accende ben presto. Al 9’ Lucarelli la combina grossa: nel tentativo di dribblare Marras scivola regalando palla a Gonzalez, l’argentino però sbaglia il passaggio in area per il solissimo Fischnaller vanificando una ghiottissima occasione. Dal possibile vantaggio Alessandria, si passa un minuto più tardi al gol del Parma. Calaiò sulla destra con una magia di tacco si libera di Gozzi pennellando un cross morbido all’altezza del dischetto dove Scavone indisturbato batte imparabilmente di testa Vannucchi. L’Alessandria accusa il colpo e al 19’ rischia di subire il raddoppio. Baraye prende palla tra le linee servendo in verticale Calaiò bravo a scattare sul filo del fuorigioco ma meno preciso a concludere, Vannucchi respinge senza difficoltà. Dopo un predominio evidente degli emiliani, pian piano la squadra di Pillon prende campo seppur non riuscendo ad impensierire Frattali. La prima frazione scivola verso la fine con i ducali avanti di una rete.

I giocatori del Parma festeggiano con i propri tifosi la promozione in serie B (ph. Simone Meloni)

Nella ripresa l’Alessandria rientra dagli spogliatoi con più convinzione bisognosa di agguantare il pareggio. Al 48’ Gonzalez di testa anticipa Frattali ma nessun compagno riesce a ribattere verso la porta sguarnita. Un giro di lancette più tardi ci prova Fischnaller dalla distanza, la palla si spegne sul fondo. I piemontesi in questo frangente si fanno preferire nel palleggio con il Parma che quando può sfrutta le ripartenze e gli errori degli avversari. In uno di questi, la formazione di D’Aversa trova il raddoppio. E’ il 66’ quando Scavone penetra in area ma al momento del tiro viene contrastato da Cejak e Sosa, la palla dopo un strano rimpallo arriva sui piedi di Nocciolini che da pochi passi batte in uscita Vannucchi. Sotto di due reti, l’Alessandria si getta in avanti a testa bassa. Al 76’ Cejak dalla destra pennella in area per la testa di Sosa che da due metri manda incredibilmente alto. Al 79’ Fischnaller gira bene di testa, sfera che sfiora il palo. All’81’ Baraye approfitta di una indecisione della retroguardia grigia e s’invola verso la porta di Vannucchi, strepitoso a salvare la propria porta sul destro angolato dell’attaccante biancoscudato. Negli ultimi minuti di gara l’Alessandria ce la mette tutta per accorciare quantomeno le distanze, ma il risultato non cambierà. Al triplice fischio finale del signor Giua di Olbia, si scatena la festa dei ducali e dei propri tifosi arrivati in massa nel capoluogo toscano.

Parma (4-3-3): Frattali; Mazzocchi, Lucarelli, Di Cesare, Iacoponi; Munari, Scozzarella (65’ Giorgino), Scavone; Nocciolini (74’ Coly), Calaiò, Baraye (84’ Edera). All.: Roberto DAversa.
Alessandria (4-4-2): Vannucchi; Cejak (72’ Evacuo), Sosa, Gozzi, Barlocco; Marras, Branca, Cazzola, Nicco (65’ Iocolano); Gonzalez, Fischnaller (84’ Piccolo). All.: Giuseppe Pillon.
Arbitro: Antonio Giuia di Olbia.
Reti: 10’ Scavone, 66’ Nocciolini.
Note: al 91’ espulso Gozzi.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *