Parte il nuovo corso del Parma


Domani prenderà vita il Parma Calcio 1913. Fra gli 8 azionisti figura anche Guido Barilla, re della pasta. I ducali ripartiranno dalla D e gli imprenditori saranno affiancati dall’azionariato popolare

– di Massimo Righi –

Il Parma ripartirà dalla D con una nuova società (ph. calcioblog.it)

Il Parma ripartirà dalla D con una nuova società (ph. calcioblog.it)

Il Parma riparte. Dopo il rovinoso fallimento accertato il 22 giugno, il club ducale si sta riorganizzando per rinascere dalla proprie ceneri dopo la dissennata gestione dell’ex presidente Tommaso Ghirardi. Domani nello studio di un notaio, verranno firmati i documenti che sanciranno la nascita del Parma 1913 che ripartirà dalla serie D e che sarà presieduto da Nevio Scala, allenatore che dal 1989 al 1996 ha condotto il Parma in A, conquistando poi Coppa Italia, Coppa delle Coppe, Supercoppa Europea e Coppa Uefa.

La società – Il nuovo club sarà guidato da un gruppo di imprenditori di Parma che ha deciso di investire nel calcio proponendosi di dare un seguito al club gialloblù. I finanziatori della nuova società che vedrà la luce domani sono Guido Barilla, presidente dell’omonima multinazionale alimentare, Paolo Pizzarotti, costruttore, (non parente del sindaco), Mauro Del Rio, Giampaolo Dallara titolare dell’omonima casa automobilistica, Marco Ferrari, Angelo Gandolfi, Giacomo Malmesi e Parmalat, che si unirà in seguito garantendo comunque un apporto economico. I soci sopracitati dovrebbero avere un posto in CdA e avranno lo stesso numero di azioni della NewCo Uno arrivando a formare un capitale intorno ai 2 milioni di euro.

I tifosi – Oltre alle imprese, nel Parma ci sarà un azionariato del tifo che potrà intervenire nel capitale del club tramite una NewCo Due, il tutto in parallelo all’impegno dei privati. L’azionariato potrà raccogliere finanziamenti liberi a partire da 500 euro. Questa seconda società, che auspica di arrivare a un capitale di circa 500 mila euro, acquisirà una percentuale di NewCo Uno e nominerà uno o due consiglieri di amministrazione, in modo che i tifosi del Parma partecipino alla rinascita del calcio in città. Il sindaco Federico Pizzarotti sta seguendo l’evoluzione della vicenda dal momento che il calcio ha un peso specifico importante in città dopo i traguardi raggiunti e che ora pare sul punto di ripartire con il primo mattone, ovvero l’iscrizione alla Serie D.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *