Payet premia la Francia all’esordio, Romania beffata


Serve un gol capolavoro di Payet nel finale alla Francia per battere la Romania 2-1 nella prima gara di Euro 2016. Seri dubbi sulle prospettive dei transalpini

– di Marco Vigarani –

Una grande parata di Lloris ha salvato la Francia nel primo tempo (ph. Zimbio)

Una grande parata di Lloris ha salvato la Francia nel primo tempo (ph. Zimbio)

In tanti considerano la Francia padrona di casa tra le favorite per la vittoria di Euro 2016 ma prima dell’esordio di ieri sera c’erano anche numerosi dubbi su un gruppo di grandi talenti che però faticano ad agire come una vera squadra. Nonostante la vittoria per 2-1 sulla Romania, oggi le certezze sulla Nazionale di Deschamps sono decisamente calate in favore delle perplessità sul cammino che Pogba e compagni potranno percorrere nella competizione. È servita una magia a tempo scaduto per conquistare tre punti sostanzialmente immeritati al cospetto di un avversario tosto che, pur non brillando per continuità, ha disputato una gara di grande cuore e sacrificio dimostrando che ci sarà da lottare anche contro i ragazzi di Iordanescu per ottenere la qualificazione. Proprio la Romania ha messo in difficoltà già nei primi minuti Lloris con un tocco sotto misura di Stancu generando una reazione veemente ma scomposta dei padroni di casa capaci di costruire un paio di occasioni colpendo anche un palo con Griezmann mentre il tanto atteso Pogba decideva di marcare visita a differenza del tuttofare Kante. Altra nota negativa tanto per la Francia quanto per la Juventus è la prestazione di Evra, apparso invecchiato di dieci anni.

Payet carica il tiro: palla in gol e Francia vincente (ph. Zimbio)

Payet carica il tiro: palla in gol e Francia vincente (ph. Zimbio)

Nella ripresa il portiere viola Tatarusanu ha prima chiuso la porta all’unica invenzione di Pogba ma poi si è fatto infilare da Olivier Giroud in modo probabilmente irregolare visto che l’attaccante dell’Arsenal ha spostato l’estremo difensore con un braccio prima di depositare la palla in fondo al sacco. L’arbitro Kassai probabilmente avrebbe dovuto annullare la rete e sanzionare la carica sul portiere ma non è successo e forse anche l’ambiente non lo ha agevolato nella decisione. Dopo pochi minuti però arriva un calcio di rigore guadagnato e trasformato senza problemi da Bogdan Stancu per un pareggio sostanzialmente meritato. Quando tutto sembrava ormai indirizzato verso l’1-1 ci ha pensato un’invenzione di Dimitri Payet a risolvere il match a favore della Francia: un magnifico bolide dalla lunga distanza che ha gonfiato la rete rumena a pochi giri di lancette dal triplice fischio finale. Negli istanti finali del recupero poi bella ovazione del pubblico proprio per il match winner, sostituito tra le lacrime di commozione. Tre punti importantissimi ma non meritati per questa Francia ancora indefinibile ma per capire qualcosa di più del Gruppo A dovremo comunque attendere oggi pomeriggio la sfida tra Albania e Svizzera.

FRANCIA-ROMANIA 2-1
Francia (4-3-3): Lloris; Sagna, Rami, Koscielny, Evra; Pogba (32′ st Martial), Kanté, Matuidi; Griezmann (21′ st Coman), Giroud, Payet (45′ st Sissoko). A disp.: Mandanda, Costil, Mangala, Jallet, Umtiti, Digne, Cabaye, Gignac, Schneiderlin. All.: Deschamps
Romania (4-4-1-1): Tatarusanu; Sapunaru, Chiriches, Grigore, Rat; Popa (37′ st Torje), Hoban, Pintilii, Stancu; Stanciu (27′ st Chipciu); Andone (16′ st Alibec). A disp.: Pantilimon, Lung, Keseru, Matel, Moti, Gaman, Sanmartean, Prepelita, Filip. All.: Iordanescu
Arbitro: Kassai (Ungheria)
Marcatori: 13′ st Giroud, 43′ st Payet (F), 20′ st Stancu (R)
Ammoniti: Chiriches, Rat, Popa (R), Giroud (F)

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *