Perugia-Bologna 2-1, le pagelle


Le pagelle della partita. Perugia ampiamente sufficiente, Bologna da rivedere in parecchi dei suoi uomini

di Massimo Righi 

Coppola 5,5 –  Incolpevole sui gol ma incerto su alcuni tiri che blocca in due tempi. Per poco non combina una frittata sulla punizione di Taddei;

Garics 4 – Sino all’espulsione per applauso degno di un dilettante, aveva svolto il solito compitino. È fuori luogo da un pezzo;

Morleo 5,5 –  Come al solito generoso ma spesso impreciso. Ci mette l’anima ma non da sicurezza, anzi. Peccato perché potrebbe dare molto di più;

Maietta 5 – Primo tempo sufficiente poi va in affanno nella ripresa, quando lui e i colleghi si perdono sui due gol umbri. Finisce con crampi lancinanti;

Paez 5,5Non sarebbe neanche malaccio, spazza, rilancia e chiude abbastanza bene, ma come Maietta s’addormenta in occasione dei gol. E dici poco…;

Matuzalem 5 –  Se qualcuno l’ha visto lo dica. Pressoché nullo il suo apporto sia come regista (ma quando mai lo è stato?) sia come guastatore. E un’utilissima ammonizione al 96’;

Casarini 5 –  Potrebbe anche essere 5,5 perché è fra gli ultimi a mollare, ma non è questione di mezzo voto. Si perde nel nulla del centrocampo rossoblù e si registra per un tiraccio. Pochino;

Buchel 6 – Unica vera nota positiva del Bologna nell’insufficienza generale. Non butta palloni, gestisce l’azione e prova a impostare. (Dal 77’Pasi 5– Non si è visto);

Laribi 5 –  Un lancio per Troianiello e un bel tiro (unico) verso la porta su azione. Potrebbe fare di più perché come dice Lopez ha qualità e passo, ma non lo fa. (Dall’81 Zuculini 3 – Perde la testa tentando di strappare le gambe a Falcinelli. Il Bologna era già in 10, serviva aiuto e invece…ne bastava una di sciocchezza quella di Garics. Non è accettabile questo comportamento).

Troianiello 4,5 –  Sebbene l’azione che porta al tiro Laribi la costruisca lui, per tutto il tempo che gioca va a sbattere contro Crescenzi. Prevedibile e ancora indietro di condizione (Dal 70′ Giannone 5 –  Vedi Pasi, apporto inesistente);

Cacia 6 –  Un piccolo passo in avanti. È sempre molto solo, cerca di rendersi utile per quanto gli concede il fiato ma a tratti vaga nel nulla. Si procura magistralmente il penalty che poi realizza.

Lopez 5 –  In campo ci vanno i giocatori e le colpe maggiori le avranno loro. Gli uomini sono quelli e va bene, forse però il modulo è da rivedere. Una cosa da aggiungere ai vari correttivi è quella del nervosismo: quel che hanno fatto due dei suoi uomini stasera non deve accadere più. Speriamo che Fusco riesca a regalargli qualche innesto, ma sarà dura comunque.

Perugia 6,5 – Buona squadra, ben disposta e ricca di elementi interessanti. Camplone può giocare sia sugli esterni, sia in mezzo: non è poco. Falcinelli è l’attaccante giusto, Taddei se si mantiene è un ottimo acquisto, Fazzi e Verre fanno gioco con personalità e sono destinati a crescere e Goldaniga è un signor difensore. Non è contato solo l’entusiasmo, questo Perugia ha un suo perché. Eccome se ce l’ha.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *