Pescara-Bologna 2-3, le pagelle


Le pagelle del primo successo stagionale del Bologna che batte il Pescara in trasferta per 3-2

di Marco Vigarani

Coppola 4 – Il gol subito sul colpo di testa di Salamon è assolutamente imperdonabile soprattutto ad un uomo di esperienza come lui. Il rigore è dubbio ma la sua respinta che lo genera è un altro errore clamoroso e gratuito.

Ceccarelli 6 – Seconda gara da titolare in cui alterna momenti di buona spinta offensiva a buchi pericolosi in fase di copertura, ma nel finale ha il tempismo giusto per un salvataggio determinante aiutato dalla fortuna.

Paez 6 – Cresce con il passare dei minuti riscattando il disastro di domenica scorsa con una gara attenta e complessivamente abbastanza matura. Resta da capire se il vero Paez sia quello disattento visto con l’Entella o quello di oggi.

Maietta 5.5 – Insieme a Coppola, un altro uomo di esperienza che tradisce la fiducia del mister. Nel primo tempo rischia di causare il vantaggio del Pescara e nella ripresa non riesce mai a contenere Pasquato, anche in occasione del rigore.

Morleo 5.5 – Il capitano si limita al compitino senza cercare mai l’affondo in grado di alleggerire la pressione sul reparto. Non si trova a suo agio nella difesa a quattro e nella ripresa paga la crescita del giovane talento Politano.

Casarini 6 – Trova il gol proprio contro il suo ex mentore Baroni con una conclusione caparbia punendo una marcatura davvero approssimativa del Pescara. Dal 74′ Zuculini 5 – Praticamente un fantasma dal momento del suo ingresso in campo fino al triplice fischio finale.

Matuzalem 5.5 – Il Pescara gli concede spazio ma lui fatica comunque a far girare la squadra come gli sarebbe richiesto. Continua a lasciare perplessi la programmazione estiva che ha visto in lui il faro del gioco per la stagione rossoblù.

Buchel 7 – Il suo gol non è solo bellissimo ma fondamentale per sbloccare la partita e forse anche la stagione di un Bologna troppo impaurito. La determinazione e la rabbia con cui scarica in porta il pallone siano da esempio per i compagni.

Laribi 6.5 – Schierato da trequartista, non delude il suo allenatore sfoderando qualche assist prezioso come quello che consente ad Acquafresca di trovare il gol. Ora deve cercare di trovare maggiore continuità nel corso della gara.

Acquafresca 6.5 – Non segnava ormai da tempo immemore e ripaga la fiducia di Lopez trovando subito il gol. Festeggiato da tutti i compagni, potrebbe essere rinato. Dal 61′ Bentancourt 5.5 – Il suo fisico e la sua freschezza atletica servono a poco se non a far espellere Salamon nel finale.

Cacia 6 – Gioca troppo lontano dalla porta per trovare la via del gol, ma aiuta la squadra e collabora alla costruzione della bella azione che porta al raddoppio. Dal 66′ Stojanovic 6.5 – Torna in campo e sfrutta al meglio l’occasione dimostrando carattere e freddezza: potrebbe tornare il numero uno.

Lopez 6 – Gestisce in modo discutibile la ripresa finendo per farsi sopraffare dal Pescara, ma merita un premio per aver indovinato la formazione iniziale con i due centravanti che consente al Bologna di scavare un solco importantissimo prima dell’intervallo.

Pescara 6 – Paga a caro prezzo una seconda metà di primo tempo vissuta in tilt, ma la ripresa arrembante e grintosa dimostra che questa squadra ha individualità assolutamente importanti che potranno dare soddisfazioni ai tifosi abruzzesi. Al momento però sembra che mister Baroni abbia davvero tanto lavoro da fare per formare l’identità del gruppo e valorizzare i singoli interpreti in una visione d’insieme.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *