Pescara-Bologna, le voci del dopo partita


A seguito della vittoria rossoblù a Pescara, nel dopo gara hanno parlato mister Lopez, Acquafresca e Buchel, peraltro entrambi a segno

– di Massimo Righi –

Morleo e Acquafresca abbracciano Buchel, autore di un gol da cineteca

Morleo e Acquafresca abbracciano Buchel, autore di un gol da cineteca

Quel che più stupisce di Diego Lopez non sono tanto le parole sulla partita, ma il fatto che si sia scusato due volte con la stampa, innanzitutto perché ha fatto della pretattica “ma in fondo non ho cambiato molto” e secondo “perché vi ho detto che Acquafresca non era pronto” mentre invece lo era, poi ancora “poi non volevo dire che avevo in mente di cambiare”. Bravo lui a mischiare le carte confondendo tutti, Baroni compreso (che si aspettava chiaramente un Bologna differente), ma soprattutto il mister si è mostrato sincero e onesto. “E’ stata una partita importante e abbiamo vinto, che per noi era fondamentale. È un punto di partenza, c’è ancora molto da lavorare. Stojanovic? Non era facile entrare in quel momento ma ha fatto molto bene. Non solo lui, solo io ho bisogno di guardare il campo. I ragazzi hanno tenuto bene il campo quando siamo rimasti in dieci anche se non è mancato qualche momento di apprensione. Il rigore? Non ho parlato con Coppola e dalle immagini forse non lo tocca, si tratta di episodi”.

In mixed zone ha poi parlato Robert Acquafresca, rientrato in campo e subito in gol: “È stato tutto perfetto, i tre punti ed il gol con i miei compagni a correre ad abbracciarmi. E li ringrazio perché mi hanno fatto sentire uno del gruppo anche se stavo per andare via. Sono felicissimo per essere riuscito a segnare, vengo da un periodo difficile, ora devo continuare a lavorare come ho sempre fatto finora, sono a disposizione. Abbiamo fatto passi avanti ma non possiamo regalare un tempo come successo nella ripresa. Siamo un gruppo umile, che è cambiato tanto, siamo rimasti in pochi dell’anno scorso. La scelta di ridurmi lo stipendio? Non è ancora nero su bianco, io ho dato la mia disponibilità a Guaraldi perchè voglio andare incontro alla società, non voglio il male di nessuno. La fiducia del mister? Abbiamo giocato insieme ed ho condiviso con lui e Fini dei bei momenti. Mi fa piacere avere la sua stima perchè sa quello che posso dare, ho sempre dato il massimo anche con Pioli però con Lopez c’è un rapporto che nasce da tempo”. Dopodiché,  è intervenuto colui che ha aperto le marcature, Marcel Buchel: “Questo gol mi rimarrà dentro, anche perché non ne faccio molti, è il più bello della mia carriera. La vera squadra era quella del primo tempo, nel secondo invece siamo andati in difficoltà ma il mister è stato bravo e ha fatto le scelte giuste. Siamo stati bravi, c’era il giusto atteggiamento, ma è chiaro che dobbiamo migliorare ancora, la strada è quella. Il gruppo? È fantastico, proprio come quello dell’anno scorso a Lanciano, quest’anno ho ritrovato un ambiente simile. Ci sono giocatori che hanno visto la Serie A ed altri che devono acora farsi, ma oggi si è visto che durante le difficoltà sappiamo compattarci. Perché ho preferito Bologna a Pescara? Perchè la società ha mostrato un interesse forte verso di me. Ora gioco in una grande società e voglio ripagare la fiducia che mi è stata data”.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *