Pescara in finale, a Vicenza finisce 2-2


Con un pareggio per 2-2 a Vicenza, il Pescara ha guadagnato l’accesso alla finale playoff contro il Bologna. Venerdì l’andata in Abruzzo e martedì l’ultimo atto al Dall’Ara

– di Marco Vigarani –

Il colpo di testa di Bjarnason che ha di fatto qualificato il Pescara (ph. Serie B)

Il colpo di testa di Bjarnason che ha di fatto qualificato il Pescara (ph. Serie B)

La corsa del Pescara arriva fino all’ultimo atto: saranno gli abruzzesi a sfidare il Bologna nella finale che assegnerà un posto per la prossima Serie A. La vicenda degli uomini di Oddo appare sicuramente curiosa visto che l’accesso ai playoff è arrivato solo in extremis battendo il Livorno. Non è bastato il fattore campo al Vicenza per ribaltare la sconfitta di misura di quattro giorni fa all’Adriatico a maggior ragione visto che la gara per gli uomini di Marino si è messa subito in salita. Dopo appena 4′ minuti infatti Sampirisi è stato protagonista di una sfortunata deviazione che ha regalato il vantaggio ai biancazzurri che però hanno poi legittimato il risultato andando ad aggredire i veneti in contropiede. Dopo un missile di Moretti ed un tentativo di Cinelli, il Vicenza è riuscito a ristabilire la parità prima dell’intervallo proprio con Moretti, centrocampista goleador già protagonista al Dall’Ara in campionato, abile ad entrare in area palla al piede e fulminare l’estremo difensore Fiorillo.

Con un risultato di 1-1 ancora inutile per centrare la finale, i biancorossi sono tornati in campo nella ripresa determinati a segnare ancora sempre con il solito Moretti ma anche con il centravanti Cocco, assente nella gara d’andata per squalifica. Al 20′ però è arrivata la doccia gelata sull speranze del Menti con il colpo di testa da distanza ravvicinata con cui Bjarnason ha perfezionato il cross di Zampano siglando la rete del nuovo vantaggio ospite. Dopo aver sfiorato anche il gol della sicurezza, per il Pescara è arrivato il momento della sofferenza al cospetto di un Vicenza rabbios ma sterile che solo al 36′ è riuscito a rimettersi in carreggiata per merito di Cocco al quale ha fatto seguito ancora una buona occasione sprecata dagli uomini di Oddo. La terza promozione in Serie A quindi sarà il premio per la vincente della doppia sfida tra Bologna e Pescara che venerdì alle 20:30 si scontreranno all’Adriatico e martedì regoleranno definitivamente i conti al Dall’Ara. Curiosamente si incontreranno in finale due allenatori, Rossi e Oddo, che sono subentrati proprio all’ultima curva della stagione.

VICENZA-PESCARA 2-2
Vicenza (4-3-3): Bremec; Sampirisi (69′ Laverone), Camisa, Gentili, D’Elia; Moretti (76′ Vita), Di Gennaro, Cinelli; Giacomelli, Cocco, Ragusa (83′ Petagna). All.: Marino.
Pescara (4-2-3-1): Fiorillo; Pucino, Salamon, Fornasier, Zampano; Selasi (76′ Caprari), Memushaj; Politano, Bjarnason, Pasquato (57′ Brugman); Sansovini (61′ Melchiorri). All.: Oddo.
Arbitro: Maresca di Napoli.
Marcatori: 4′ aut. Sampirisi (P), 44′ Moretti (V), 65′ Bjarnason (P), 81′ Cocco (V)).
Note – Ammoniti: 10′ Camisa, 14′ Di Gennaro, 67′ Gentili, 83′ D’Elia, 90’+2 Cinelli (V); 82′ Politano (P).

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *