Pinzolo 2018, giorno 1: subito 3-5-2 e richieste precise di Inzaghi


Il primo giorno del ritiro di Pinzolo si esaurisce con una sgambata in cui però mister Inzaghi chiede ai suoi uomini intensità e lavoro tra le linee

– di Marco Vigarani –

Primo allenamento per il Bologna di Inzaghi nel ritiro di Pinzolo

Il Bologna ha iniziato la sua avventura a Pinzolo e formalmente anche la stagione 2018/19. Lo ha fatto con una giornata dedicata più al viaggio che al campo visto che la squadra è partita dal capoluogo emiliano solo nella tarda mattinata in treno per arrivare a Trento e poi arrivare nella cittadina delle Dolomiti in pullman. Dalle 17 la squadra è arrivata al campo sportivo Pineta per ambientarsi ed iniziare una fase di riscaldamento in palestra prima di scendere in campo per il primo allenamento. Dopo una prima fase dedicata al controllo palla, mister Inzaghi ha poi schierato i suoi uomini in campo in un lungo esercizio di gestione dell’azione senza avversari impostando il lavoro subito sul 3-5-2. Nello specifico vanno segnalate alcune novità più o meno significative: dall’utilizzo di Mbaye come terzo centrale di destra all’impiego di Orsolini e Falletti come interni del centrocampo con Krejci e Rizzo impiegati come esterni a tutta fascia rispettivamente a sinistra e a destra. Da segnalare poi che il giovanissimo Svanberg si è reso utile come interno sinistro di centrocampo mostrando subito una buona confidenza con il ruolo pur attirando in qualche occasione i rimproveri del tecnico. Inzaghi è infatti apparso sin dal primo istante molto attento al posizionamento dei suoi uomini e al tempismo nell’occupare gli spazi. Poche ma semplici le richieste: non avere paura a cercare la giocata, tenere il possesso del pallone e cercare il movimento tra le linee. Tra le poche decine di tifosi presenti si conferma il grande interesse proprio per Inzaghi che oggi è davvero l’uomo copertina del club felsineo. Da parte sua invece Pinzolo ha preparato una bella accoglienza con festoni colorati in giro per il paese e soprattutto un centro tecnico ben attrezzato non soltanto per la squadra ma anche per gli operatori e per i tifosi che in queste due settimane potranno e vorranno raggiungere il Trentino per avere un assaggio di quello che vedremo in campo nella prossima annata.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *