Pittman domina, il gruppo si esalta: la Virtus batte Avellino


Grande prestazione di Pittman che trascina la Virtus al successo per 81-66 contro Avellino aiutato da Odom, Mazzola e da un ritrovato Williams. Lunedì sarà operato Ray

– di Marco Vigarani –

20 punti e 10 rimbalzi per un dominante Dexter Pittman (ph. Virtus)

20 punti e 10 rimbalzi per un dominante Dexter Pittman (ph. Virtus)

Nella settimana più difficile della stagione, la Virtus reagisce da squadra solida trovando una vittoria rotonda sul campo in grado di allontanare per qualche ora i problemi. Lunedì Allan Ray si sottoporrà all’intervento di pulizia del menisco, la società si guarderà intorno per individuare un’eventuale alternativa sul mercato ma intanto i ragazzi di Valli hanno messo in cascina due punti importanti nella rincorsa ad una salvezza che oggi può e deve essere l’unico obiettivo bianconero. Rifilare una sconfitta netta ad Avellino e prendersi il secondo successo interno consecutivo è fondamentale di fronte ad un calendario che propone due trasferte insidiose ma la notizia migliore in casa Virtus arriva dalla compattezza del gruppo. Già dal primo quarto si nota chiaramente lo sforzo comune nel coinvolgere Williams che da taglio designato è tornato necessariamente parte fondamentale del progetto tecnico e finalmente ha iniziato a rispondere alle sollecitazioni guidando i bianconeri insieme a Gaddy mentre dalla parte opposta il solo Nunnally non poteva evitare l’allungo bolognese. Fontecchio e soprattutto un infallibile Odom si sono uniti alla festa nel secondo periodo garantendo un ottimo margine di sicurezza alla Virtus comunque colpevole di un numero davvero eccessivo di palle perse mentre dopo l’intervallo è iniziato il vero e proprio show sotto canestro di Pittman, mvp assoluto al termine della gara con la sua prima doppia doppia stagionale. Veikalas e Leunen hanno provato a dare speranza a coach Sacripanti ma nell’ultima e decisiva frazione ci ha pensato Mazzola a dare una mano al suo centro insieme all’assistenza intelligente in regia di Fells per annullare gli effetti del tardivo risveglio anche di Buva che non è nemmeno servito a riportare mai a contatto Avellino. Arrivano così due punti fondamentali per respirare una boccata d’aria fresca in un momento decisamente difficile soprattutto fuori dal campo, la consapevolezza di dover lottare fino alla fine esce rinforzata da una dimostrazione del valore del gruppo e del lavoro svolto in settimana in attesa che la società completi le sue valutazioni riguardo al possibile sostituto di Ray.

C’è soddisfazione ma cautela nelle parole di Giorgio Valli al termine dell’incontro: “Non era una partita facile ma la squadra ha risposto bene. Non possiamo permetterci distrazioni ed ora bisogna fare il grande salto che ci consentirà di portare questa solidità di gioco anche lontano da casa. Questa gara mi è piaciuta molto ed ora i ragazzi devono capire che si può vincere o perdere contro chiunque. Pittman è stato bravo a sfruttare una gara adatta a lui ma dovrà dimostrarsi pronto anche contro centri più leggeri“.

OBIETTIVO LAVORO BOLOGNA – SIDIGAS AVELLINO 81-66
(19-11; 45-31; 60-51)
OBIETTIVO LAVORO BOLOGNA: Pittman 20, Fabiani NE, Vitali 7, Cuccarolo 0, Gaddy 5, Williams 13, Fontecchio 5, Mazzola 10, Oxilia NE, Fells 7, Odom 14. All. Valli.
SIDIGAS AVELLINO: Norcino NE, Veikalas 16, Acker 6, Leunen 5, Cervi 4, Severini 1, Nunnally 23, Pini NE, Buva 9, Blums 2, Parlato NE. All. Sacripanti.
Arbitri : Mattioli, Biggi, Morelli
NOTE: t2 BO 26/49 AV 13/32; t3 BO 5/18 AV 8/22; tl BO 14/19 AV 16/23; rimb BO 17-24 AV 11-22.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *