Platini e Blatter squalificati per otto anni


La Commissione Etica FIFA ha squalificato per otto anni Joseph Blatter e Michel Platini per corruzione. I due evitano la radiazione ma escono di scena definitivamente

– di Marco Vigarani –

Blatter e Platini sono pronti al ricorso contro la squalifica (ph. Zimbio)

Blatter e Platini sono stati squalificati per otto anni dalla Commissione Etica FIFA (ph. Zimbio)

Questa volta si può davvero considerare conclusa l’era di Joseph Blatter, plenipotenziario del calcio mondiale per decenni ed ancora protagonista negli ultimi mesi di strenui tentativi di restare incollato alla poltrona nonostante le accuse e le indagini arrivate ormai a pochi centimetri da lui. Insieme allo svizzero però probabilmente si allontana definitivamente dal mondo del pallone anche Michel Platini, ex stella della Juventus e fino a poco tempo fa candidato principale ad ereditare l’incarico di presidente FIFA. Emerso però un flusso di denaro pari a 2 milioni di franchi tra i due dirigenti per una presunta consulenza svolta tra il 1998 ed il 2002, la Commissione Etica ha indagato a fondo per decidere le sorti di entrambi arrivando nelle scorse ore ad una decisione. Platini aveva addirittura scelto di non difendersi preparando immediatamente il ricorso al Tas mentre Blatter aveva almeno cercato di parare il colpo con una dichiarazione scritta ed un’audizione che però “non sono state ritenute convincenti pertanto sono state respinte dalla Camera“. Ecco allora che l’organo giudicante riunito a Zurigo si è espresso nei seguenti termini: “Il Comitato Etico ha squalificato il sig. Joseph S. Blatter, Presidente della Fifa e il sig. Michel Platini, vicepresidente e membro del Comitato Esecutivo della Fifa e presidente dell’Uefa, per otto anni da tutte le attività legate al calcio (amministrativa, sportiva o qualsiasi altro) a livello nazionale e internazionale. I divieti entrano in vigore immediatamente“. Otto anni di eslusione forzata dalle scene comportano inevitabilmente la fine sportiva e politica di Blatter ma di fatto chiudono le porte anche in faccia a Platini, anagraficamente più giovane ma comunque ormai escluso dalle elezioni del prossimo febbraio e d’ora in avanti gravato di un fardello scomodissimo. I due ormai ex dirigenti del calcio europeo e mondiale hanno evitato la pena ben più dura della radiazione a vita ma non un’ammenda di qualche migliaio di franchi svizzeri e nelle prossime settimane potranno presentare appello sia alla Fifa che dinanzi alla Corte arbitrale per lo sport.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *