Play-out serie B, la Salernitana sbanca Lanciano: 4-1!


Nell’andata del play-out di serie B, i campani sbancano il Guido Biondi con un 4-1 che lascia poco spazio alle speranze abruzzesi in vista del ritorno

– di Luigi Polce –

Serata amara per la Virtus Lanciano, che incappa in un pesante ko casalingo nell’andata del play-out contro la Salernitana: il Guido Biondi viene espugnato per 4 a 1, risultato che complica in maniera quasi irrimediabile il match di ritorno in programma mercoledì sera.

La gioia dei calciatori della Salernitana a fine partita (ph. LaPresse)

La gioia dei calciatori della Salernitana a fine partita (ph. LaPresse)

Dopo le ansie per una nuova penalizzazione che avrebbe vanificato il lavoro di un anno intero, la Virtus Lanciano ha l’occasione di giocarsi le residue chance di mantenere la categoria contro la Salernitana, piazzatasi meglio in classifica al termine della regular season. Le assenze, tra i rossoneri di Primo Maragliulo, sono però di quelle importanti: out Giandonato, Di Francesco e Ferrari per squalifica, il peso dell’attacco è tutto sulle spalle di Marilungo e Bonazzoli. Nella Salernitana meno problemi di formazione, in avanti c’è bomber Donnarumma che ha dolci ricordi in Abruzzo (era il partner d’attacco di Lapadula nel Teramo che ha dominato la scorsa Lega Pro, cammino poi cancellato dal giudice sportivo). Pronti-via e i campani sono avanti: minuto 9, proprio Donnarumma riceve da Zito e fa partire un esterno destro imprendibile per Cragno, che fa esplodere i circa 1400 supporters arrivati da Salerno. La reazione dei ragazzi di Maragliulo è immediata: al 16′, su corner di Vitale, Marilungo svetta e fa 1-1. Il gol del momentaneo pareggio è solo un’illusione per i padroni di casa, che tornano sotto dopo 5 giri di lancette per via della rete di Zito, tra i migliori in campo. Stavolta la reazione Virtus non c’è, anzi sono gli ospiti ad avere un paio di occasioni per aumentare lo score (palo di Donnarumma): si va al riposo sul 2-1 per i campani. Nella ripresa gli abruzzesi tornano in campo con un piglio diverso, più intraprendente, e sfiorano il pari a più riprese. La serata però è stregata e, complice anche un gran Terracciano tra i pali, il pallone sembra non voler entrare. E, come spesso accade nel calcio, se non fai gol vieni punito: Gatto, ex di turno da poco entrato in campo, firma il tris dopo una bella discesa personale. Le speranze abruzzesi si riducono al lumicino, ancor di più dopo il poker calato da Coda in pieno recupero. 4-1 e salvezza in cassaforte per la Salernitana di Menichini, mentre per la Virtus l’impresa è di quelle difficili: vincere all’Arechi con 4 gol di scarto per restare in serie B. Se non è impossibile, poco ci manca…

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *