Playoff Scudetto: eccetto Modena, pronostici rispettati in Gara 1


Verona vince a Modena con un finale da batticuore, tutto facile per Civitanova e Trento. Trasferta amara per Piacenza che perde match e palleggiatore

– di Beatrice Madia –

Sorpresa a Modena: vince Verona 3-1 (ph. ModenaVolley)

Per la prima sfida dei quarti di finale playoff scudetto tra Azimut Modena e Calzedonia Verona al PalaPanini c’è il pubblico delle grandi occasioni. Una scenografia spettacolare fa da cornice all’entrata in campo dei giocatori. Il 1° set è combattuto fin dai primi punti, ma ad aggiudicarselo è Verona per 23 – 25. Il secondo parziale è nel segno di Modena che chiude il set per 25 – 18. E’ parità. I due set successivi sono solo per coloro che non sono deboli di cuore: 3° e 4° set chiusi da Verona, ai vantaggi, per 27 – 29 e 28 – 30. Mpv del match è il martello della Calzedonia Verona Djuric che ha collezionato un bottino di 26 punti. In attesa del match di ritorno fissato per giovedì 9 marzo alle 20.30, Verona si gode il momento positivo e il vantaggio di potersi giocare l’accesso alle semifinali fra le mura amiche.
Azimut Modena: Orduna 3, Ngapeth E. 24, Le Roux 12, Vettori 10, Petric 8, Holt 10, Rossini (L), Massari 0, Travica 0, Piano 0. N.E. Onwuelo, Ngapeth S.. All. Tubertini
Calzedonia Verona: Baranowicz 2, Kovacevic 13, Anzani 2, Djuric 26, Randazzo 6, Zingel 8, Frigo (L), Ferreira 0, Giovi (L), Stern 0, Lecat 3, Paolucci 0, Mengozzi 5. N.E. All. Grbic

Al PalaEvangelisti di Perugia scendono in campo le formazioni tipo: Bernardi si affida a De Cecco in regia, Atanasijevic opposto, Zaytsev e Russell in banda, Birarelli e Podrascanin al centro con Bari libero; Giuliani risponde con la diagonale Hierrezuelo – Hernandez, Clevenot e Marshall in posto 4, Aletti e Tencati al centro con Manià libero. Buona la partenza dei padroni di casa che sfruttano le indecisioni e la poca efficacia in attacco dei bianco – rossi per far proprio il 1° set (25 – 13). Nella seconda frazione, Piacenza deve fare a meno del palleggiatore Hierrezuelo e si trova subito sotto per 0 – 4, costretta a rincorrere deve arrendersi sul 25 – 17. Il 3° set è equilibrato fino al 18 – 15 per i padroni di casa, ma gli attacchi di Atanasijevic e Russell non lasciano scampo alla LPR che costretta a spegnere definitivamente ogni speranza cede per 25 – 18. Miglior giocatore l’opposto Atanasijevic con 16 punti. Prossimo appuntamento mercoledì 8 marzo a Piacenza alle 20,30.
Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 1, Zaytsev 12, Podrascanin 3, Atanasijevic 16, Russell 10, Birarelli 7, Tosi (L), Bari (L), Berger 0. N.E. Buti, Della Lunga, Chernokozhev, Paris, Franceschini. All. Bernardi
LPR Piacenza: Hierrezuelo 1, Clevenot 5, Alletti 2, Hernandez Ramos 12, Marshall 9, Tencati 0, Parodi (L), Yosifov 4, Papi 1, Cottarelli 1, Manią (L), Tzioumakas 0. N.E. Zlatanov, Di Martino. All. Giuliani

Tutto facile per Civitanova contro Vibo Valentia (ph. LubeVolley)

A Civitanova arriva la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. Il 1° set scorre via molto velocemente e senza alcun tipo di paura per la Cucine Lube Civitanova. La Tonno Callipo rimane in partita fino al 10 – 8, poi la Lube prende il largo fino a raggiungere il massimo vantaggio 20 – 9. Coach Kantor decide di togliere Coscione e Michelovic per Izzo e Rejlek, ma la musica non cambia, il divario è troppo netto e così i cucinieri si impongono per 25 – 13. Nel 2° set la Tonno Callipo si spegne sul parziale di 11 – 7 permettendo a Juantorena e compagni di portare a casa il set per 25 – 15. Il 3° set è il più combattuto, Vibo ci prova, ma la Lube è davvero troppo forte e così i calabresi cedono con il punteggio di 25 – 20.
Cucine Lube Civitanova: Christenson 7, Juantorena 10, Stankovic 5, Sokolov 18, Kovar 9, Cester 8, Pesaresi 0, Cebulj 0, Grebennikov (L). N.E. Candellaro, Casadei, Corvetta. All. Blengini
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Coscione 1, Barreto Silva 11, Costa 4, Michalovic 4, Alves Soares 4, Diamantini 7, Rejlek 3, Izzo 0, Marra (L), Barone 2, Torchia 0. N.E. Corrado. All. Kantor

Al PalaTrento i gialloblù ospitano le Gi Group Monza. Ancora un netto 3 – 0 per la squadra di Coach Lorenzetti, dopo quello rifilato ai brianzini una settimana fa in Regular Season. Una partita davvero convincente quella di capitan Lanza e compagni: ottimo l’attacco che gira sul 67% di squadra, buono il servizio con 9 aces, ottimo anche il sistema difensivo ed il muro. In evidenza, oltre a Pippo Lanza (5 sei 9 aces sono suoi), Urnaut con 9 punti, il centrale Solè, ma soprattutto l’opposto Stokr. Tre set a senso unico per Trento che li fa propri con i seguenti parziali: 25 – 15; 25 – 18; 25 – 18.
Diatec Trentino: Lanza 11, Van de Voorde 3, Giannelli 7, Urnaut 9, Solé 10, Stokr 16, Colaci (L); Mazzone T., Antonov. N.e. Nelli, Burgsthaler, Blasi, Chiappa e Mazzone D. All. Lorenzetti
Gi Group Monza: Beretta 2, Vissotto 11, Dzavoronok, Verhees 5, Jovovic 2, Botto 2, Rizzo (L); Fromm 7, Brunetti, Galliani 3, Hirsch, Daldello. N.e. Terpin. All. Miguel Angel Falasca

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *