Poker vincente Bologna: ora il passo è da Serie A


Con quattro vittorie consecutive il Bologna prende un passo migliore rispetto alle ultime squadre che hanno vinto la Serie B. L’andamento ricorda quello del Bari di Conte nel 2008/2009

– di Marco Vigarani –

Il Bologna festeggia con i suoi tifosi a Chiavari (ph. Bologna)

Il Bologna festeggia con i suoi tifosi a Chiavari (ph. Bologna)

Era da parecchio tempo che il Bologna non riusciva ad infilare una serie di quattro vittorie consecutive, precisamente dal campionato 2006/2007 disputato in Serie B sotto la guida di Renzo Ulivieri. Allora Marazzina e compagni riuscirono a completare il poker tra novembre e dicembre ma a fine stagione assistettero impotenti alla promozione dirette delle tre superfavorite Juventus, Napoli e Genoa addirittura senza neanche passare attraverso i playoff. L’impresa compiuta nelle ultime quattro gare dal Bologna di Lopez però è sicuramente più significativa perchè realizzata in esatta corrispondenza con la sosta del campionato che tendenzialmente porta ad un rilassamento soprattutto nelle squadre di alta classifica. Ad esempio proprio nel campionato 2006/07 la Juventus che concluse poi l’anno a quota 85 punti, nelle quattro partite a cavallo della pausa ne conquistò appena 7 subendo anche una delle quattro sconfitte stagionali. Tornando a tempi più recenti emerge che spesso le squadre che si sono aggiudicate la Serie B non sono però state quelle con il record migliore in questo periodo della stagione: il Palermo vincitore un anno fa con 86 punti nelle stesse quattro gare colse due vittorie e due pareggi mentre la stagione prima il Sassuolo incorse anche in due sconfitte.

Anche il Bari di Conte fece poker e vinse la Serie B

Anche il Bari di Conte fece poker e vinse la Serie B

Nel 2011/12 e nel 2010/11 però Pescara ed Atalanta furono tra le migliori anche nel periodo della pausa invernale pur non riuscendo nell’impresa di infilare un poker di vittorie come quello servito dal Bologna in questa stagione. In tempi recenti soltanto una squadra è riuscita a fare un percorso netto nel periodo della sosta invernale: il Bari di Antonio Conte del campionato 2008/09 quando la pausa arrivò però dopo la diciannovesima giornata. Quella serie di dodici punti consecutivi curiosamente portò la formazione pugliese dall’ottavo al secondo posto in graduatoria con una progressione molto simile a quella compiuta da Cacia e compagni. Se le analogie tra le due stagioni appaiono incoraggianti, lo sono ancora di più le speranze coltivabili ripercorrendo il cammino successivo di quel Bari che fu capace non solo di proseguire la striscia vincente fino a sei successi consecutivi ma che non incappò più in una sconfitta fino al 4 aprile restando imbattuto per ben quattro mesi. In quel lasso di tempo i biancorossi riuscirono a riprendere anche la corsa di un Sassuolo apparso inarrestabile nella prima parte della stagione conquistando così la vetta della classifica proprio nello sconto diretto di marzo contro i neroverdi per poi non lasciarla più fino al trionfo finale. L’obiettivo per il Bologna è sempre in provincia di Modena ma è il Carpi e il duello decisivo avverrà il 2 aprile.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *