Portorico battuta, ora l’Italia è pronta per il Preolimpico


Ieri sera l’Italia ha battuto 83-70 Portorico nell’ultimo test prima del Preolimpico. A riposo Belinelli ma in campo Bargnani, oggi le ultime scelte di Messina

– di Marco Vigarani –

L'Italia ha battuto Portorico nell'ultimo test prima del Preolimpico (ph. FIP)

L’Italia ha battuto Portorico nell’ultimo test prima del Preolimpico (ph. FIP)

Il tempo dei test è finito e la prossima fermata sarà quella di Torino in cui giocarsi il tutto per tutto. L’Italia di Ettore Messina ha concluso ieri sera la preparazione del Torneo Preolimpico in cui sarà messo in palio l’ultimo posto disponibile per Rio e lo ha fatto vincendo in modo convincente contro Portorico a Biella. Notizie contrastanti dall’infermeria azzurra che ha rimesso in piedi Bargnani ma non è ancora riuscita a risolvere i problemi di Belinelli con la maschera protettiva resa necessaria dal colpo subito contro il Canada nel torneo di Bologna dello scorso weekend. Il nuovo acquisto di Charlotte ha svolto solo il riscaldamento con i compagni per poi accomodarsi in panchina e dal suo ritorno a pieno regime nelle rotazioni dipende tanto del destino della spedizione preolimpica. L’ultima notte di test ha portato il coach agli ultimi due tagli ma soprattutto alla consapevolezza di avere tra le mani un buon prodotto che avrà bisogno di una guida solida per non smarrire la retta via. Anche la gara di ieri sera ha visto in generale gli Azzurri vanificare in parte i propri sforzi con qualche pausa di troppo fortunatamente non punita da un avversario piuttosto morbido come Portorico. Se un lampo di Bargnani ha aperto le danze, un altro di Gallinari ha consentito di mantenere le distanze a metà gara ed infine il gruppo ha chiuso la pratica nel terzo quarto sfruttando la buona regia di Hackett, la freddezza di Datome ed il dinamismo di Aradori che probabilmente si è guadagnato la certezza del posto. In generale si può sicuramente affermare che le note positive per Messina sono arrivate dal lavoro sugli esterni e dalla qualità della circolazione di palla mentre invece sotto canestro manca ancora qualcosa a livello di fisicità ed attenzione. Ora però non ci sono più margini di errore: il Preolimpico è alle porte.

ITALIA-PORTORICO 83-70
(21-16, 19-13, 24-18, 19-23)
ITALIA: Abass, Poeta, Aradori 9, Gentile 8, Bargnani 9, Gallinari 18, Melli 6, Cusin 3, Datome 11, Cervi 2 , Cinciarini 3, Hackett 10, Tonut 2, Della Valle, Pascolo.
PORTORICO: Clemente 3, Diaz 2, Juan Barea 12, Arroyo 12, Vassallo 11, Bryan Diaz 7, Sanchez 3, Baikman 8 (4/5), Galindo, Holland 2, Huertas 3, John Ramus 7.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *