Post partita, le statistiche di Bologna-Avellino


Nella sconfitta indolore con l’Avellino, il Bologna ha subito l’iniziativa ospite ma ha ritrovato, tornato ad essere Matuzalem il miglior passatore della partita. Partita corretta, nonostante i 9 cartellini gialli

– di Massimo Righi –

Acquafresca è tornato al gol dopo 6 mesi (ph. Bologna)

Acquafresca è tornato al gol dopo 6 mesi (ph. Bologna)

Il Bologna raggiunge la finale playoff dopo aver eliminato l’Avellino grazie al miglior piazzamento in classifica. Per Robert Acquafresca, autore del primo dei due gol del Bologna, è stato il quarto centro stagionale, il secondo in casa dopo quello messo a segno contro il Varese. L’attaccante piemontese non andava in rete dal 6 dicembre scorso nel match pareggiato per 2-2 a Catania. Era dalla partita vinta 2-0 contro il Catania il 27 aprile scorso che il Bologna non mandava in rete due attaccanti in una stessa partita, allora andarono in gol Cacia e Sansone. Lo stesso Cacia ha siglato la sua 12ma rete stagionale, la sesta al Dall’Ara. Il Bologna non subiva tre gol in casa dallo scorso campionato di serie A, quando la Fiorentina espugnò il campo felsineo per 3-0. L’ultima sconfitta interna subita dagli uomini di Rossi, all’epoca sotto la guida di Lopez, risale al 2-0 subito dal Vicenza il 27 febbraio scorso.

Numeri della partita – Per la seconda partita consecutiva, il Bologna ha tenuto il pallone meno degli avversari. Il possesso palla infatti è stato a favore dell’Avellino per il 53% contro il 47% felsineo. I campani hanno giocato anche più palloni degli emiliani, 522 contro 453 e hanno anche passato meglio, avendo completato il 61% dei propri appoggi contro il 55% rossoblù. Identico invece il computo dei tiri nello specchio, 6 ciascuno, così come quello dei tentativi di conclusione, ben 11 cadauno. L’Avellino è stato meno falloso del Bologna con 17 falli subiti contro i 14 del Bologna, che ha rimediato 5 cartellini gialli contro i 4 degli ospiti.

Record individuali – Proprio come all’andata, fra i migliori della partita spicca il centrale brasiliano dell’Avellino Rodrigo Ely che con 30 palloni recuperati è stato il più bravo di tutti. Dietro di lui a 23 recuperi c’è Matuzalem e a 22 Koné. Alla voce passaggi riusciti, il leader della partita è stato il mediano rossoblù Matuzalem con 50 appoggi consegnati ai compagni, seguito dal campano Bittante a quota 42. Infine, i più audaci nel tentare la via del gol sono stati Laribi e Trotta con 3 tiri, con l’avellinese bravo nel centrare la rete per due volte. A 2 tentativi ci sono Comi e Kone (1 gol su 2) dell’Avellino e Acquafresca (anche lui 1 gol su 2). Chi invece ha il 100% delle realizzazioni è il rossoblù Cacia, avendo trasformato in rete l’unica chance capitatagli.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *