Post partita, le statistiche di Bologna-Livorno


Nella vittoria per 2-0 al Dall’Ara contro il Livorno, il Bologna ha giocato un maggior numero di palloni, prevalendo nettamente in termini di pericolosità. Individualmente, spiccano Gastaldello e Matuzalem

– di Massimo Righi –

Daniele Gastaldello è stato uno dei migliori in campo

Daniele Gastaldello è stato uno dei migliori in campo

Il Bologna torna al successo al Dall’Ara dopo l’ultima vittoria datata 19 gennaio contro il Perugia, grazie al gol di Oikonomou, il quarto stagionale, e a quello di Sansone, terza rete invece per lui che non segnava in casa proprio dalla partita con gli umbri vinta per 2-1. Con questi tre punti, il Bologna ritrova serenità e conquista la 7ma vittoria stagionale in casa, corrispondente alla 15ma complessiva, davanti ai 15mila spettatori del Dall’Ara.

Numeri della partita – Il Bologna ha tenuto palla per il 53% contro il 47% del Livorno, giocando altresì un buon numero di palloni, 607 contro 534. Sempre in questo contesto, i padroni di casa sono stati migliori degli ospiti nella percentuale dei passaggi riusciti, 66,7% contro il 66,4%, dati che comunque confermano una bassa percentuale d’errore. Sebbene il dato della supremazia territoriale sia pressoché identico e corrispondente a quasi 10’ per ciascuno, il Bologna è riuscito ad attaccare meglio la porta, tirando 16 volte di cui 4 in porta, contro gli 11 tentativi livornesi di cui 4 finiti nello specchio. Di conseguenza, complessivamente, il Bologna si è reso pericoloso per il 57,7% dei casi contro il solo 36% scarso del Livorno che è anche stato molto più falloso: 19 falli labronici contro soli 6 felsinei, che non hanno nemmeno fatto registrare un cartellino giallo, diversamente dagli ospiti, con le ammonizioni sventolate a Vantaggiato ed Jelenic nel primo tempo.

Record individuali – Giganteggia il Bologna in quanto a palloni recuperati nei singoli, visti i ben 32 recuperi di Daniele Gastaldello, seguito solo a quota 23 dal livornese Lambrughi. Più equilibrio invece alla voce passaggi riusciti, dove il solito Matuzalem si conferma fra i più bravi a smistare il pallone con 60 appoggi a buon fine, seguito dal collega e connazionale Appelt Pires con 55. Più staccati, Maietta con 48, Oikonomou, Casarini e Gastaldello tutti a 42. Dominio rossoblù invece nei tiri, con le 5 conclusioni tentate da Sansone e le 4 di Cacia. A quota 2 troviamo Maietta ed i livornesi Vantaggiato, Djokovic e Ceccherini.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *