Post partita, le statistiche di Brescia-Bologna


I numeri relativi al pareggio colto dal Bologna al Rigamonti, denotano come il Brescia abbia prevalso sia come collettivo, sia nei singoli raccogliendo meno di quanto gli spettava

– di Massimo Righi –

Marco Zambelli, Brescia. Uno dei migliori in campo ieri (ph Zimbio)

Marco Zambelli, Brescia. Uno dei migliori in campo ieri (ph Zimbio)

Col pareggio maturato ieri in casa del Brescia, il Bologna ha pareggiato per la 6a volta fuori casa quest’anno, tornando a prendere punti dopo la sconfitta della settimana scorsa a Carpi. Al Rigamonti si sono rivisti dal primo minuto Bessa, Krsticic e Mancosu che non partivano dall’inizio da diverse settimane, il primo per scelta tecnica, i secondi anche per via degli infortuni. È tornato in campo anche Robert Acquafresca, subentrato a Mancosu nella ripresa, che non vedeva il terreno di gioco dalla sfida con l’Entella a Chivari del 24 gennaio scorso. Secondo cartellino rosso stagionale invece per Marios Oikonomou, che dopo l’espulsione rimediata col Bari all’andata, è stato nuovamente espulso a Brescia per somma di ammonizioni.

Numeri della partita – Il Brescia ha tenuto palla per il 52% della partita rispetto al 48% del Bologna, giocando anche molti più palloni dei rossoblù (610 a 535). I lombardi hanno anche passato meglio la palla, riuscendo a completare il 68,5% dei passaggi contro il 62% degli emiliani. Le cifre indicano una prevalenza bresciana anche per quanto riguarda l’attacco, avendo il Brescia tirato 16 volte, di cui 5 in porta, contro i 9 tentativi del Bologna, di cui 3 andati nello specchio. In ragione di questo, i padroni di casa sono stati pericolosi per il 57,4% dei casi contro il solo 36,9% del Bologna. Sostanziale parità nei falli commessi, 11 per le “rondinelle”, 12 per i felsinei, sebbene gli ospiti abbiano concluso la gara in dieci per l’espulsione di Oikonomou dopo 70’. Gli ammoniti sono stati uno per parte, Coly e Gastaldello.

Record individuali – Il Brescia ha in Marco Zambelli l’uomo che ha recuperato il maggior numero di palloni della gara, riuscendoci per 27 volte. Alle sue spalle, troviamo Matuzalem con 25 recuperi e Gastaldello con 22. Lo stesso Zambelli è stato nettamente il migliore della partita nel passare il pallone riuscendo a completare 65 passaggi, staccando il secondo di parecchio, cioè Matuzalem, con 52 appoggi recapitati: nei primi 6 passatori della partita eccetto il brasiliano del Bologna, non ci sono altri rossoblù. Le “rondinelle” hanno in Corvia colui che ha tentato il maggior numero di conclusioni (5), seguito dal compagno di squadra Sestu con 4. Subito dopo troviamo Sansone che con le sue 3 conclusioni, è stato il migliore dei suoi a portare pericoli alla porta di Arcari.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *