Post partita, le statistiche di Carpi-Bologna


Dalla sconfitta maturata al Cabassi di Carpi, emerge un dato chiaro: le verticalizzazioni dei padroni di casa, sono più efficaci del possesso palla del Bologna

– di Massimo Righi –

Nenad Krsticic, è tornato in campo dopo l'infortunio (ph bolognafc.it)

Nenad Krsticic, è tornato in campo dopo l’infortunio (ph bolognafc.it)

La sconfitta di Carpi, è la 4a subita fuori casa dal Bologna che non perdeva lontano dal Dall’Ara dal 19 dicembre scorso, quando si arrese di misura sul campo dell’Avellino. Dopo quella sconfitta, i rossoblù hanno collezionato ben 5 vittorie e 1 pareggio fuori casa. La sfida del Cabassi ha riproposto dal primo minuto il giovane difensore Alex Ferrari che non partiva dall’undici iniziale dalla partita giocata a Livorno il 1 novembre scorso. Inoltre, è tornato in campo anche il serbo Nenad Krsticic, che mancava dal 27 febbraio scorso, quando dovette abbandonare il campo dopo un infortunio in Bologna-Vicenza 0-2. Con il successo sui rossoblù, il Carpi ha vinto la 12a gara interna stagionale.

Numeri della partita – Come volevano le premesse, si sono incontrate due squadre agli antipodi nel possesso palla. Il Carpi, fra le ultime squadre della B a questa voce, ha tenuto il pallone molto meno del Bologna, che invece è fra le prime: 41 a 59 percento per i rossoblù. Ne consegue che gli ospiti abbiano giocato più palloni, 629, dei padroni di casa, 445, così come la percentuale dei passaggi riusciti è favorevole ai rossoblù che hanno tenuto maggiormente la sfera: 54,3 contro il 66,2 percento. Il Carpi è stato più pericoloso del Bologna, tirando 5 volte su 10 in porta, contro i 3 tiri nello specchio su 14 dei felsinei. Nondimeno, la squadra di Castori è stata complessivamente più pericolosa di quella di Lopez, nonostante i rossoblù abbiano stazionato per quasi il doppio del tempo nella metà campo avversaria, 10 minuti effettivi abbondanti contro i 6 scarsi del Carpi. Dal punto di vista dei falli, il Carpi è stato molto più scorretto del Bologna con 21 falli a 10, più del doppio. Infine, sono stati due per parte gli ammoniti oltre ad un espulso per gli ospiti, Laribi.

Record individuali – Nonostante la bruciante sconfitta ed il pesante parziale, il Bologna ha recuperato un maggior numero di palloni grazie alle 28 intercettazioni di Oikonomou, il migliore della gara, ed alle 24 di Gastaldello a pari merito col carpigiano Letizia. Avendo il Bologna tenuto maggiormente palla, i rossoblù annoverano anche i primi quattro migliori passatori della partita: Matuzalem è in testa con 65 passaggi riusciti, seguito da Oikonomou con 50, Gastaldello 41 e Casarini con 39. Il primo del Carpi è il terzino Letizia con 36. Infine, i numeri sulle conclusioni. Il più audace dei giocatori in campo è stato Sansone con 6 tentativi, seguito da Mancosu e Morleo con 2, gli stessi di Letizia, Lollo e Di Gaudio del Carpi.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *