Premier League al top per spese a luglio, Italia quarta


La Premier League si conferma il campionato top nel mondo con 320 milioni spesi a luglio. Staccata la Germania, Italia quarta seguita dalla Cina

– di Marco Vigarani –

calciomercato

A luglio il calciomercato della Premier League ha mosso oltre 320 milioni di euro

Dati sicuramente interessanti quelli pubblicati come ogni mese da FIFA TMS che monitora il traffico del calciomercato mondiale e che confermano una leadership indiscussa della Premier League sul sistema calcio internazionale. È stato infatti analizzato il primo mese ufficiale del calciomercato e nei 31 giorni di luglio il massimo campionato inglese ha speso complessivamente 320,5 milioni di euro in acquisti di calciatori confermandosi al top. Una cifra davvero da capogiro a maggior ragione se paragonata a quelle delle altre nazioni che vedono la Bundesliga seconda con 265 milioni investiti e la Spagna terza a quota 241. Si scava poi un ulteriore solco prima di incontrare la nostra Serie A che è ferma a 160 milioni di euro spesi nel mese di luglio e pericolosamente tallonata dal campionato cinese che ha già mosso risorse per 125 milioni convincendo numerosi atleti di valore ad accettare la sfida dell’Estremo Oriente. Siano un esempio di questo duello tra Italia e Cina le prime due posizioni della classifica dei trasferimenti più costosi: in vetta troviamo al momento i 90 milioni spesi dalla Juventus per Gonzalo Higuain mentre al secondo posto i 56 investiti dallo Shangai per il brasiliano Hulk. Il predominio dell’Inghilterra si conferma anche analizzando il numero delle operazioni realizzate in uscita: ben 198 hanno lasciato la Premier League che quindi si conferma non solo un campionato ricco ma anche particolarmente dinamico nelle compravendite. Al secondo posto per numero di cessioni troviamo la Spagna con 188 mentre ovviamente Brasile ed Argentina si piazzano in posizioni di prestigio rispettivamente con 166 e 133 trattative concluse in uscita: quest’ultimo dato non sorprende visto che da sempre i campionati sudamericani risultano terreno di conquista per la maggior parte dei club europei a caccia di talenti.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *