Quota salvezza alta in Premier, big a rischio in Germania: il quadro in Europa


Campionati al termine: esaminiamo la corsa salvezza in Europa. In Bundesliga rischiano le big, in Premier servono 41 punti per respirare

– di Marco Vigarani –

Il Sunderland saluta la Premier League dopo 10 anni (ph. Zimbio)

Ormai da diversi mesi si sente ripetere con insistenza il concetto che il calcio italiano sta vivendo la sua stagione più misera e che la lotta salvezza chiusa a praticamente a gennaio ha impoverito lo spettacolo. A pochissime giornate dal termine dei maggiori campionati europei, uno sguardo complessivo può aiutare a capire se tale sensazione sia davvero fondata. Possiamo sicuramente affermare che nessuna squadra ha meno punti del Pescara (14 di cui appena 11 sul campo) e che in generale la quota salvezza della Serie A fissata a 34 punti è una delle più basse d’Europa, pareggiata soltanto dalla Liga spagnola. Le due manifestazioni mediterranee similmente hanno anche già condannato matematicamente due formazioni a testa (Pescara e Palermo da una parte, Osasuna e Granada dall’altra) ma anche la Premier League ha già salutato due protagoniste (Sunderland e Middlesbrough). Un solo posto all’inferno assegnato al Darmstadt in Germania ed invece giochi ancora apertissimi in Francia visto che il Bastia, oggi ultimo con 31 punti, potrebbe tentare anche il ricorso per la sconfitta a tavolino patita contro il Lione.

L’orologio dello stadio di Amburgo segna il tempo trascorso in Bundesliga (ph. ESPN)

Detto che nelle maggiori competizioni europee oggi mancano due turni alla fine (fa eccezione l’Italia con tre), va anche ricordato che Francia e Germania prevedono soltanto due retrocessioni dirette mentre invece la terzultima classificata disputa uno spareggio con le squadre della categoria inferiore. Premier League e Bundesliga sono i campionati che attualmente coinvolgono il maggior numero di squadre nella lotta per non retrocedere: al momento sono sette per competizione. Da una parte in Inghilterra la quota salvezza si presenta ancora decisamente alta con Burnley e Watford ancora in bilico nonostante abbiano già raggiunto i fatidici 40 punti. Dall’altra in Germania troviamo formazioni di grande blasone a lottare strenuamente per la sopravvivenza. Al terzultimo posto c’è infatti l’Amburgo (6 titoli in bacheca e zero retrocessioni nella sua storia), al quintultimo incontriamo il Wolfsburg (campione nel 2009) ma non è ancora matematicamente salvo neanche il Leverkusen (terzo al termine della scorsa annata).

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *