Ramagli è il nuovo tecnico della Virtus, firmato un biennale


La Virtus riparte da coach Alessandro Ramagli che si è liberato da Sienaper firmare un biennale con i bianconeri. Venerdì la presentazione

– di Marco Vigarani – 

Alessandro Ramagli è il coach scelto da Bucci per la Virtus (ph. ScaligeraBasket)

Alessandro Ramagli ha firmato un biennale con la Virtus (ph. ScaligeraBasket)

Dopo aver messo sotto contratto ed aver presentato il gm Julio Trovato, la Virtus inserisce un altro tassello fondamentale nella definizione del proprio futuro. È arrivata infatti l’ufficializzazione dell’accordo con Alessandro Ramagli come nuovo allenatore dei bianconeri per le prossime due stagioni con opzione per la terza. Livornese classe 1964, il coach è reduce da una bella annata a Siena conclusa al quinto posto nel Girone Ovest della Serie A2 centrando anche un inatteso accesso ai playoff conclusi agli ottavi contro Imola. Dopo una lunga trattativa tra le parti che ha vissuto anche momenti di tensione sull’asse Bologna-Siena, Ramagli ha rescisso nei giorni scorsi il suo contratto con la società toscana ed oggi ha firmato il nuovo accordo con la Vu Nera e verrà presentato ufficialmente venerdì prossimo alle 16 alla palestra dell’Arcoveggio. La carriera del nuovo tecnico virtussino è iniziata a Livorno sfiorando la promozione in A1 nel 1999 per poi passare a Biella prima come vice e poi come capo allenatore fino al 2006 conseguendo la promozione e due qualificazioni ai playoff. Nel 2007 Pesaro punta su di lui per tornare in A1 e Ramagli centra l’obiettivo per poi guidare successivamente Treviso, Reggio Emilia e Teramo fino all’approdo a Verona nel 2012 e quindi dodici mesi fa a Siena. In una carriera impreziosita dalla guida dell’Italia Under 18 agli Europei del 2008, coach Ramagli ha dimostrato una grande capacità nel lavorare con squadre giovani coltivando il talento dei suoi giocatori e puntando con forza sulle motivazioni. La Virtus punta su di lui per espressa volontà del presidente Alberto Bucci che ha individuato nel tecnico livornese l’uomo giusto per prendere le redini di un roster bianconero probabilmente molto giovane che dovrà affrontare con la dovuta serenità la sfida della A2. Ramagli però è una scelta consapevole e valida anche qualora Caserta non riuscisse ad iscriversi alla A1 e per i bianconeri si aprissero le porte di un ripescaggio.

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *