Ranieri: “Campioni già da stasera? Sarò l’ultimo a saperlo”


A +8 sul Tottenham impegnato in serata, Ranieri potrebbe diventare campione dopo il Monday Night. Ma lui sarà in aereo: “Vado a pranzo da mia mamma”

– di Luigi Polce –

Tifose del Leicester ieri all'Old Trafford (ph. zimbio)

Tifose del Leicester ieri all’Old Trafford (ph. zimbio)

Il punto sudato e sofferto strappato all’Old Trafford contro il Manchester United alimenta il sogno del Leicester. I Foxes, che con Morgan hanno rimediato all’iniziale svantaggio di Martial, sono ora a +8 sul Tottenham, impegnato stasera contro il Chelsea nel Monday Night. A questo punto gli Spurs hanno un solo risultato a disposizione per continuare a sperare: o espugnano lo Stamford Bridge, oppure Ranieri sarà matematicamente campione d’Inghilterra. Ecco, il bello è che proprio il tecnico italiano potrebbe scoprire di aver vinto la Premier League con un po’ di ritardo, e il motivo è di una semplicità e genuinità uniche: “Sarò in aereo, di ritorno dall’Italia in Inghilterra: sarò l’ultimo uomo del Regno Unito a sapere il risultato, ma avevo promesso a mia mamma, che ha 96 anni, che avremmo pranzato insieme. Quindi torno da lei” le parole di Ranieri al termine di una partita che nascondeva mille insidie, ma che il suo Leicester alla fine ha superato indenne nonostante l’assenza di Vardy, che ieri scontava l’ultima giornata di squalifica: : “Avevamo pianificato di giocare i primi 15′ con grande ritmo e all’arrembaggio, ma loro sono stati più bravi di noi. Poi, ovviamente, senza Vardy perdiamo in profondità e pericolosità. E forse eravamo un po’ tesi, ma abbiamo reagito alla grande”.

Il doppio giallo a Drinkwater ha rischiato di complicare oltremodo il finale di gara, ma le Foxes hanno retto e portato a casa l’1-1: “Siamo stati bravi a restare compatti ed a trovare il gol che ci ha dato compattezza e fiducia. Non facciamo calcoli: quello che chiedo ai miei ragazzi è di mostrare sempre il nostro carattere. Sappiamo di non essere bravi come le grandi, stiamo facendo qualcosa di eccezionale proprio perché abbiamo un grande spirito”. Ma il calcolo è presto fatto: se stasera il Tottenham non fa bottino pieno contro il Chelsea, il sogno potrà diventare finalmente realtà.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *