Ranieri vota Leicester: “Qui altri 6-7 anni, poi smetto”


Il tecnico romano, sempre più vicino ad una storica conquista della Premier League, allontana le voci che lo vorrebbero successore di Conte sulla panchina della Nazionale, dichiarando amore eterno al suo Leicester. Un rinnovo molto lungo, poi il ritiro: questo il percorso tracciato da Ranieri

– di Luigi Polce –

Ranieri abbraccia il suo bomber Vardy (ph. ccsnews)

Ranieri abbraccia il suo bomber Vardy (ph. ccsnews)

La Ranieri-mania sta diventando sempre più contagiosa, man mano che la favola del Leicester si fa concreta con il passare delle settimane. Dopo il successo per 1-0 sul Newcastle nel monday night, firmato dalla rovesciata di Okazaki già virale sul web e sui social, le Foxes sono sempre al primo posto con cinque punti di vantaggio sul Tottenham secondo, e le statistiche regalano una speranza a tutti quelli che tifano affinchè il sogno diventi realtà: mai nessuno, nella medesima situazione di classifica del Leicester, ha fallito poi la conquista del titolo nell’intera storia della Premier League. Un primato fatto di tanta concretezza, visto che sono salite a 12 le vittorie con un gol di scarto per i ragazzi di Ranieri, che intanto ha attirato su di sé le mire della Nazionale per il post Antonio Conte. Il tecnico ex Roma però, al momento, è iper concentrato su queste ultime otto battaglie da combattere con il suo Leicester: “È importante restare concentrati. Passo dopo passo, questa è la nostra filosofia. I nostri fan stanno sognando e noi vogliamo che continuino, e per farlo dobbiamo continuare a vincere. Loro devono sognare, noi dobbiamo lavorare”.

Per quanto riguarda il suo futuro invece, Ranieri non sembra avere dubbi come affermato ai microfoni di Marca: “Tornare in Spagna? Qui sto bene e non credo di andarmene. Mi piacerebbe chiudere la carriera al Leicester, penso possa essere il mio ultimo club. Spero che mi facciano un contratto di 6-7 anni, e poi mi ritiro”. Richiesta che trova ben disposto il suo club, che stando a quanto riporta il tabloid The Times sarebbe pronto a rinnovargli l’attuale contratto che scade nel 2018 e nel quale è inserita una clausola che permetterebbe all’allenatore romano di liberarsi in caso di chiamata di un top club europeo. L’intento è chiarissimo: tenersi stretto il mister che rischia di scrivere le pagine più importanti della storia ultracentenaria del Leicester.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *