Ray rescinde con la Virtus ma torna il prossimo anno


Impossibilitato a tornare in campo, Allan Ray ha rescisso il contratto con la Virtus mantenendo però in essere l’accordo per la stagione 2016/17

– di Marco Vigarani –

Il capitano bianconero Allan Ray (ph. Virtus)

Il capitano bianconero Allan Ray ha rescisso ieri il contratto per la stagione 2015/16 (ph. Virtus)

Allan Ray non è più un giocatore della Virtus. Il capitano scelto lo scorso anno come uomo simbolo della continuità insieme a coach Valli ha rescisso ieri pomeriggio il suo contratto in essere con il club bolognese. Il provvedimento che coglie tutti di sorpresa vale però solo per la stagione 2015/16, non cancella il secondo anno di accordo già sottoscritto per la prossima annata e quindi di fatto non cambia praticamente nulla nelle dinamiche bianconere. Ray infatti quest’anno è sceso in campo appena quattro volte e non sarebbe stato in grado di recuperare una forma accettabile prima della fine di aprile, momento in cui la Virtus sarà già sicuramente in vacanza avendo concluso la stagione regolare senza qualificarsi per i playoff ma, si spera, avendo ottenuto una sudatissima salvezza. Il capitano virtussino ieri aveva detto di sentirsi meglio e di ricevere buone risposte dal ginocchio ma in realtà ha purtroppo vissuto il periodo più difficile della sua intera carriera e spera di potersi mettere alle spalle l’infinita serie di guai fisici per tornare a disposizione a partire dal ritiro estivo ma intanto ha trovato un accordo con il club per questa rescissione inattesa ed inconsueta. Da una parte il giocatore rinuncia così a percepire gli ultimi mesi di uno stipendio ricco e sostanzialmente ingiustificato per l’apporto dato in campo, dall’altra si consente al ragazzo di liberarsi da ogni vincolo per proseguire tra una settimana la propria riabilitazione negli Stati Uniti una volta esaurita la fase svolta presso Isokinetic. Non è assolutamente usuale arrivare alla rescissione di un contratto in essere con un infortunato e la scelta non era sicuramente prevedibile, ma non sembra davvero destinata a produrre alcuna ripercussione per il futuro. Non mancano però da parte di alcuni tifosi particolarmente critici anche inviti chiari alla società affinchè si possa giungere ad un addio definitivo con Ray che, contrattualizzato per essere il leader di questa Virtus, non ha offerto adeguate garanzie di natura fisica pur in collaborazione con una gestione discutibile dell’infortunio al menisco da parte della società stessa che non sembra assolutamente intenzionata ad ascoltare tali suggerimenti attendendo il ritorno del capitano in estate per programmare il nuovo anno.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *