Rio 2016: altri due ori per l’Italia, Paltrinieri super.
Eterna Cagnotto, bronzo


Nella nona giornata di Rio 2016 altre quattro medaglie per l’Italia, ben due ori. Stupenda vittoria di Gregorio Paltrinieri che domina i 1500 stile libero, dove Grabriele Detti vince il bronzo. Bronzo per l’eterna Tania Cagnotto nei tuffi individuali. Oro, il secondo personale in queste olimpiadi, per Niccolò Campriani nella carabina 50 metri. L’americana Simone Biles regina dell’atletica: domina anche nel volteggio

di Francesco Ferrari

Giorgio paltrinieri conquista la medaglia d'oro nei 1500 stile libero sfiorando il record del mondo

Gregorio Paltrinieri conquista la medaglia d’oro nei 1500 stile libero sfiorando il record del mondo

Grande giornata per il nuoto italiano: Gregorio Paltrinieri non solo domina i 1500 stile libero ma sfiora addirittura il record del mondo. Podio colorato di azzurro perché anche l’altroitaliano in gara, Gabriele Detti, termina terzo, aggiudicandosi il bronzo.Nella carabina 50 metri, Niccolò Campriani conquista la sua seconda medaglia d’oro in queste olimpiadi: la sua gara si decide all’ultimo colpo dove realizza un 9.2, il boato dei sostenitori italiani evidentemente deconcentra il russo Kamenskiy, in netto vantaggio, che sbaglia clamorosamente il suo ultimo colpo, realizzando solo 8.3. Alla fine della gara Niccolò, da grande sportivo, rende il giusto merito al suo avversario, beffato dalla sfortuna solo all’ultimo colpo. Emozionante anche la gara di Tania Cagnotto, la bolzanina conquista il bronzo all’ultimo tuffo, dove realizza ben 81 punti, quanto basta per superare la canadese Abel. Niente di meglio per il congedo di una vera campionessa. Come sempre inarrivabili le due cinesi, specialmente la Shi Tingmao che chiude con un 406.05 totale. Seconda medaglia per Tania, dopo l’argento nei tuffi sincronizzati, che la rende sempre più la tuffatrice italiana più vincente di sempre. Curiosità a fine gara: prima della premiazione, la cinese He Zi, seconda classificata, vince forse la medaglia più bella, dato che il suo compagno, tuffatore anche lui, si presenta vicino al podio con tanto di anello e proposta di matrimonio, accettata tra gli applausi e le lacrime di commozione. Tutte le colleghe, di ogni nazionalità, si stringono intorno all’atleta cinese per farle i giusti complimenti. Il Settebello perde per 10-7 contro gli Stati Uniti, sconfitta senza ripercussioni dato gli azzurri sono già qualificati ai quarti. Delusione per Flavia Tartaglini nella vela: dopo essere stata prima fino all’ultima regata, chiude con un 8° posto che la fa scivolare in 6^ posizione totale. Nella maratona femminile solo tredicesimo posto per Valeria Straneo, prima delle atlete italiane.

Ancora una volta Simone Biles. La giovanissima statunitense si conferma un’atleta straordinaria, vincendo l’oro anche nel volteggio, suo terzo in queste olimpiadi.  A soli 19 anni, è già la ginnasta più decorata di sempre. Una bella rivincita per una ragazza che non ha potuto vivere purtroppo un’infanzia come tutti. Bellissima vittoria anche per il britannico Mo Farah nei 10.000 metri, l’atleta è il favorito alla partenza ma durante la gara si scontra con un avversario cadendo, perdendo notevolmente terreno sui rivali; con una grandissima rimonta il 33enne conferma il titolo già vinto a Londra 2012, entrando di diritto nella storia. Il Team Usa di basket fatica ancora ma porta a casa l’ennesima vittoria: contro la Francia, orfana di Parker, finisce 100-97. Decisivo Klay Thompson, fino ad oggi praticamente un fantasma, che con 7/13 da tre e 30 punti totali, trascina gli statunitensi alla vittoria. Nella notte da non perdere la sfida nei 100 metri tra Usain Bolt e Justin Gatlin.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *