Rio 2016: Delusione Pellegrini. Tennis croce e delizia, canottaggio da urlo


Giornata senza medaglie. Pellegrini solo 4^ nei 200 sl. Avanzano Fognini e il duo Errani-Vinci. Canottaggio azzurro super: 3 finali. Mostruoso Phelps.

-Luca Nigro-

Fabio Fognini batte Benoit Paire e approda gli ottavi (ph. outdoorblog.it)

Fabio Fognini batte Benoit Paire e approda gli ottavi (ph. outdoorblog.it)

La delusione è grande, anzi grandissima. Il quarto posto di Federica Pellegrini nella finale dei 200 stile libero, chiude la giornata azzurra alle Olimpiadi senza medaglie. Eppure sembrava un altro giorno iniziato sotto la buona stella per i colori italiani con tre finali consecutive conquistate nel canottaggio. Il 2 senza Giovanni Abagnale-Marco Di Costanzo, il 2 di coppia Fossi-Battistini e il 4 senza Oppo, Goretti, La Padula e Ruta, si giocheranno un posto nel podio domani mattina. Le ragazze del 2 senza Sara Bertolasi e Alessandra Patelli vanno in semifinale grazie al ripescaggio. Eliminate invece Laura Milano e Valentina Rodini. Da qui iniziano una serie di delusioni. Fuori Tommasone nei 60 Kg di pugilato sconfitto dal cubano Alvarez. Matteo Maroncini nel Judo 81 Kg non riesce a bissare le medaglie conquistate da Basile e Giuffrida, perdendo nella finale per il bronzo dal moldavo naturalizzato arabo Sergiu Toma. Si ferma invece agli ottavi Edwige Gwend, sconfitta dalla slovena Trstenjak. Nella Spada non va meglio. Dopo l’eliminazione immediata di Marco Fichera e Paolo Pizzo, Enrico Garozzo perde agli ottavi dal coreano Park San-Young. Nulla da fare anche per la 4X200 stile (Belotti-D’Arrigo-Di Giorgio-Detti) fuori dalla finale con il nono tempo. Non va meglio nei 100 stile libero. Filippo Magnini subito fuori, mentre Luca Dotto dopo un buon parziale ai 50 in semifinale, viene estromesso dalla finalissima. Non bene nemmeno nella 200 farfalla donne. Stefania Pirozzi si ferma in batteria, Alessia Polieri esce in semifinale. Stessa sorte per Luca Pizzini fuori dalla finale dei 200 rana. Buono invece l’esordio del Setterosa che batte 9-3 le padroni di casa del Brasile.

Michael Phelps festeggia dopo aver vinto i 200 farfalla (ph Martin Bureau/AFP/Getty Images)

Michael Phelps festeggia dopo aver vinto i 200 farfalla (ph Martin Bureau/AFP/Getty Images)

Prime vittorie anche nel Beach Volley. Le azzurre Menegatti e Giombini battono le egiziane 2-0, mentre la coppia Paolo Nicolai e Daniele Lupo vince la prima partita battendo i tunisini per 2-0. Buon sesto posto nel sollevamento pesi femminile categoria 63 kg per Giorgia Bordignon. Il tennis che ha visto la clamorosa eliminazione di Serena Williams (6-4, 6-3, dalla Svitolina), è la nostra croce e delizia. Sara Errani si arrende alla russa Kasaktina per 7-5, 6-2. Andreas Seppi perde con un dupilce 6-3 contro Rafa Nadal. Lo stesso Seppi nei quarti di doppio insieme a Fabio Fognini, cede di schianto al duo canadese Nestor-Pospisil per 6-3, 6-1 mentre le “Chichis” Errani-Vinci battono le cinesi Xu e Zheng riuscendo a conquistare i quarti di finale. Fognini nel singolare salva gli onori della bandiera, battendo in rimonta il francese Paire in 3 set (4-6, 6-4, 7-6) e aggiudicandosi gli ottavi dove affronterà Andy Murray. Non deludono gli azzurri della pallavolo maschile che battono 3-1 gli Stati Uniti dopo un match intenso e combattuto. L’attesa della giornata però, era tutta per Federica Pellegrini. La portabandiera italiana alla sua quarta olimpiade, non disputa una delle sue migliori gare ed è solo quarta dietro Ledecky, Sjostrom e McKeon. Dalla delusione alla gioia e alla grande impresa di Michael Phepls. L’americano a 31 anni entra nella storia conquistando prima l’oro nei 200 farfalla e poco dopo l’oro nella staffetta 4X200 stile libero. Nessuno mai come lui nella storia di un Olimpiade. Uno score di 21 ori e 25 medaglie totali praticamente impossibile da raggiungere per chiunque. Clamorose infine le sconfitte della Spagna nel basket, battuta dal Brasile 65-64, e della Nuova Zelanda nel Rugby a 7. A fare l’impresa è il Giappone che ha la meglio sugli All Blacks per 14-12.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *