Rio 2016: Settebello, il bronzo è tuo! Farfalle al 4° posto e in finale


La penultima giornata delle Olimpiadi 2016 racconta di un Settebello di bronzo vincente contro il Montenegro e del volo ritmico delle Farfalle in finale

– di Tiziano De Santis –

La festa azzurra del Settebello dopo la vittoria sul Montenegro a Rio 2016 e il bronzo conquistato. (ph. Ansa.it)

La festa azzurra del Settebello dopo la vittoria sul Montenegro a Rio 2016 e il bronzo conquistato.
(ph. Ansa.it)

Siamo alla penultima giornata dei Giochi Olimpici di Rio 2016, eppure la storia azzurra non è ancora finita: a brillare è la medaglia di bronzo conquistata, nella pallanuoto, dal Settebello: il team di Sandro Campagna riesce ad espugnare le mura acquee del Montenegro, vincendo 12-10 e portando, in tal modo, nel medagliere italiano, il 27° trofeo. I bronzi, per il palmares di Campagna, salgono a 3, come il numero di ori conquistati; 2 gli argenti totali. La Serbia, a questo punto, non è un ricordo lontano, ma è pur sempre un ricordo. L’intelligenza tattica è la chiave con cui la Nazionale italiana maschile di pallanuoto riesce ad aprire la difesa avversaria prima, travolgendola, poi, con la determinazione e la caparbietà di chi sa di non poter lasciare questa edizione olimpica senza alcuna medaglia. Il precedente degli Europei di Belgrado non era, certo, un’ottimo punto di partenza per affrontare la stessa squadra che, pochi mesi fa, ci metteva severamente k.o.: a Rio, ogni reparto si dimostra all’altezza della complessità e del prezzo del biglietto del match, basti pensare alle ottime parate di Stefano Tempesti, probabilmente rafforzato dalle critiche subite dopo la semifinale, e ai valori aggiunti di Valentino Gallo e di Nicholas e Christian Presciutti, autori, questi ultimi, della metà delle realizzazioni complessive azzurre contro il Montenegro. “Una squadra giovane ma eroica” il Settebello, secondo Tempesti, condotta alla grande, mai in difetto di reti e concentrazione rispetto ai rivali sconfitti, per una “crescita esponenziale di gruppo“, come ricorda ct Campagna, alla 9° Olimpiade tra carriera da allenatore e quella da giocatore.

Nella finale di K1 200 metri (canoa sprint), Manfredi Rizza cerca la rimonta dopo una partenza non adeguata all’importanza della gara e delle attese. Difficile e, a volte, impossibile finire alla grande quando l’inizio non è dei migliori: a testimoniarlo è il 6° posto raggiunto dal canoista pavese, con un tempo di 36” esatti, lontani, purtroppo, dal 35”362 di Liam Heath, cronometro che vale l’oro per il britannico. In 2° posizione, il francese Maxime Beaumont è argento per soli 17 centesimi. Il 3° posto è diviso, ex-aequo, tra lo spagnolo Saul Craviotto e il tedesco Ronald Rauhe, autori di un identico 35”662.

Le Farfalle della ginnastica ritmica italiana a Rio 2016  (ph. Sportfait.it)

Le Farfalle della ginnastica ritmica italiana a Rio 2016
(ph. Sportfair.it)

Nella ginnastica ritmica, le Farfalle italiane volano in finale grazie al 4° posto conquistato dopo la seconda rotazione (una posizione più avanti rispetto a quella ottenuta dopo la prima rotazione). 35.349 è il punteggio complessivo delle azzurre Martina Centofanti, Alessia Maurelli,Sofia Lodi, Camilla PatriarcaMarta Pagnini. 1°, nel piazzamento, è la Spagna, grazie ai 35.749 punti a carico dopo il doppio turno portato a termine senza fronzoli e sbavature; la Russia, con una nota di stupore, scende al 2° posto del podio assegnatole dalle aspettative dei più: il tutto per via di un 35.516 falloso e non sufficiente per il vertice della classifica.

Nel triathlon femminileCharlotte Bonin e Anna Maria Mazzetti chiudono la propria avventura a Rio 2016 rispettivamente con un 16° e 17° piazzamento; se l’argento va alla svizzera Nicola Spirig e il bronzo alla britannica Vicky Holland, l’oro viene, invece, assegnato all’americana Gwen Jorgensen.

Nel golf, le azzurre Giulia MolinaroGiulia Sergas si classificano 53° e 55°, la prima con 300 colpi (+16), la seconda con 302 (+18). Il podio è composto dalla sudcoreana Inbee Park (268: oro), dalla neozelandese Lydia Ko (273: argento) e dalla cinese Shanshan Feng (274: bronzo).

Nella mountain bike, delude Eva Lechner, 18° e non poco lontana dal podio raggiunto dalla svedese Jenny Rissveds, dalla polacca Maja Wloszczowka e dalla canadese Catharine Pendrel.

Nel pentathlon, infine, Riccardo De Luca non riesce a conquistare il bronzo per soli 2”. Il 3° posto viene, invece, assegnato al messicano Ismael Hernandez; più in alto di lui, l’ucraino Pavlo Tymoshenko, argento, e il russo Aleksander Lesun, che conclude al 1° posto e, quindi, oro.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *