Riscossa Fortitudo, battuta Brescia


La Fortitudo accorcia e va sul 2-1 contro Brescia, annullando il primo match point dei lombardi. Finisce 69-60, con 20 punti di Daniel che va in doppia-doppia e Montano decisivo quando serve

– di Massimo Righi –

La coreografia della Fossa in gara 3 contro Brescia

La coreografia della Fossa in gara 3 contro Brescia

Non è finita, anzi. Si va intanto a gara 4, poi si vedrà. La Fortitudo regola Brescia per 69-60 iniziando forte, poi calando, poi facendosi superare prima di andare sul +18 e permettersi di scialacquare nel finale quando i lombardi hanno tentato di dare gli ultimi graffi. L’ha vinta la squadra, ma l’ha vinta anche il pubblico che quando c’era da risollevare l’Aquila ferita si è fatto sentire eccome. Martedì il quarto round, sempre al PalaDozza.

L’inizio è infuocato con la Fortitudo che parte a mille andando a pressare alto e trovando subito confidenza con il bersaglio. Brescia sbarella, l’atteggiamento di Bologna è come uno schiaffone e così l’Aquila scappa fino al 19-10 prima che i lombardi si sveglino. La Leonessa ricuce con Hollis e Alibegovic, mentre Moss cattura anche le mosche, così al primo stop la Fortitudo comanda 21-17. I padroni di casa ri-allungano ma sciupano anche tanto con Daniel che cicca due gol facilissimi invertendo le scelte (appoggio e schiacciata). In questo modo Brescia rientra e arriva a 3 lunghezze dalla Effe che sul 30-27 si lecca le ferite. Montano squilla nel finale e il primo tempo si chiude sul 33-29 per Bologna.

Al rientro la Fortitudo tira il fiato e Brescia rientra in partita, approfittando delle sciocchezze di casa e con ordine mette il naso avanti sul 36-38 firmato Alibegovic. La paura che si possa sprofondare passa quando Daniel si carica la truppa sulle spalle infilando 8 punti consecutivi che portano la Fortitudo sul 47-40 al terzo gong, grazie ad alcune giocate da leccarsi i baffi. Per l’americano di casa le statistiche finali diranno 20 punti e 12 rimbalzi con 4 assist. Nell’ultimo mini tempo Brescia non reagisce ed alza addirittura bandiera bianca. Montano sale in cattedra segnando quasi tutto quel che gli capita fra le mani e nonostante nel finale, con la Fortitudo che aveva toccato il +18 sul 62-44, la squadra soffra un po’ troppo di overconfidence, si arriva al finale liberatorio di 69-60. Appuntamento a martedì sera sullo stesso palcoscenico.

Fortitudo 69: Candi 2, Carraretto 8, Raucci 4, Italiano 6, Daniel 20, Lamma, Sorrentino, Campogrande, Montano 17, Amoroso 12, Quaglia. All: Boniciolli

Brescia 60: Fernandez 7, Alibegovic 10, Moss 5, Hollis 13, Cittadini 6, Passera, Bushati 5, Bruttini 7, Totè 7. All: Diana

Brescia-Fortitudo 2-1: 71-63; 76-58; 60-69

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *