Ritorna Mudingayi, primo gol per Pasquato, Mancosu fa sorridere Saputo


Tante storie di ex rossoblù: dai ritorni di Mudingayi e Ceccarelli al primo gol russo di Pasquato fino ai bomber Mancosu, Cacia e Coda

– di Marco Vigarani –

Gaby Mudingayi non giocava dalla primavera del 2015 (ph. Alfredo Pedullà)

Gaby Mudingayi non giocava dalla primavera del 2015 (ph. Alfredo Pedullà)

Ancora una volta la Serie A risulta avara di soddisfazioni per gli ex rossoblù impegnati nella categoria ma scendendo di un gradino incontriamo già un buon numero di protagonisti. Partiamo da Daniele Cacia, a segno con un perentorio colpo di testa per la quinta volta in stagione per il 2-2 ottenuto dal suo Ascoli contro il Perugia, proseguiamo con Massimo Coda che trova a sua volta il quinto centro nel 2016/17 nel pareggio della Salernitana a Latina. Nell’ultimo turno hanno invece raggiunto quota tre reti stagionali sia Gianluca Sansone del Novara che Filippo Falco del Benevento, straordinariamente a segno con il piede destro. Anche la Lega Pro però ha regalato un paio di belle soddisfazioni ad ex rossoblù come la punta Davide Moscardelli dell’Arezzo e soprattutto il centrocampista Alessandro Marchi, oggi al Livorno, che ha depositato la palla in rete dopo una galoppata iniziata a metà campo. La giornata appena trascorsa nei maggiori campionati italiani ed esteri però va ricordata anche per due ritorni in campo dopo periodi di assenza più o meno lunga. Il Pisa ha schierato infatti per la prima volta in stagione Gaby Mudingayi, tesserato a parametro zero ed assente dal campo dalla primavera del 2015, mentre invece la Dinamo Bucarest ha consegnato una maglia da titolare al terzino Luca Ceccarelli nella gara vinta dall’Astra Giurgiu per 5-2 grazie anche ad un gol dell’altro ex Denis Alibec.

Primo gol in Russia per Cristian Pasquato (ph. KC-Camapa)

Primo gol in Russia per Cristian Pasquato (ph. KC-Camapa)

Spostantoci quindi all’estero nella rassegna settimanale, possiamo andare ancor più ad Est fino in Russia dove il fantasista Cristian Pasquato ha trovato il suo primo gol con la maglia del Krylya Sovetov ai danni del quotato Zenit. A proposito di prime volte, va segnalato anche l’assist del centrocampista Damjan Djokovic che, lasciato svincolato dal Gazelec Ajaccio, si è accordato da poche settimane con il Greuther Furth in seconda divisione tedesca. Sembra invece aver trovato una certa confidenza con il campionato indiano l’esperto attaccante Davide Succi, ancora in gol con la maglia del Chennaiyin per la terza volta dall’inizio del torneo per la gioia di mister Materazzi. Anche la punta iberica Manu Gavilan sembra aver ritrovato una certa confidenza con la rete avversaria: terzo gol stagionale anche per lui nella prima vittoria dell’Eldense in terza divisione spagnola. Restando in Spagna ma salendo di una categoria incontriamo poi Rafa Paez, imponente difensore dell’Alcorcon, che si è fatto espellere a metà partita per una trattenuta evidente. Da un rosso all’altro per il fallaccio dell’altro ex rossoblù Mathias Abero che lascia il suo Atletico Rafaela in svantaggio numerico nel finale di gara contro il Talleres Cordoba. Nel continente americano però il vero protagonista è Matteo Mancosu che ha trovato la via del gol anche nella gara d’andata della finale di Conference per la gioia del presidente Saputo e di tutti i tifosi dei Montreal Impact.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *