Ritorno al futuro Bologna: è una Pasqua da era Gazzoni


Il Bologna non passava una Pasqua così serena dagli anni della presidenza Gazzoni anche se la sconfitta nell’ultima gara è ormai una tradizione

– di Marco Vigarani –

Bologna festa (ph. Zimbio)

Il Bologna arriva a Pasqua undicesimo in Serie A con una media di 1,2 punti a gara (ph. Zimbio)

Le voci sul destino del tecnico Donadoni, l’addio ormai certo e non privo di polemiche di Corvino, un progetto tecnico che sembra destinato a rinnovarsi completamente in estate: sono tutte considerazioni che animano ed agitano già da diversi giorni la piazza rossoblù che guarda al futuro. È però possibile lanciare già uno sguardo al domani solo perchè il presente ci offre un Bologna sereno che ha ottenuto la salvezza con ampio anticipo ed ora sta attendendo soltanto la fine della stagione senza avere particolari ambizioni. In realtà questa situazione è però una novità visto che ormai da oltre dieci anni non accadeva di arrivare a Pasqua con la tranquillità di poter mantenere la categoria senza affanni. Eccetto quattro stagioni trascorse in Serie B infatti tutte le altre sono state vissute in apnea fino all’ultima giornata e dal 2006 in poi il Bologna è sempre arrivato all’appuntamento con l’uovo e la colomba oscillando tra il dodicesimo ed il diciottesimo posto in classifica. Anche nel 2011/12, l’anno migliore della gestione Pioli chiuso al nono posto e ad un soffio dal record assoluto di punti, alla 31esima giornata i rossoblù erano solo tredicesimi in graduatoria a fronte comunque di una media punti di 1,19 a gara. Proprio guardare la media punti odierna di questo Bologna undicesimo in Serie A consente di proiettare la mente all’ultimo periodo veramente soddisfacente della storia felsinea: quello della proprietà di Giuseppe Gazzoni Frascara.

ANNO GIORNATA POSIZIONE MEDIA PUNTI ULTIMA GARA
1997 25 su 34 5^ 1.56 Roma-Bologna 1-1
1998 29 su 34 11^ 1.31 Lecce-Bologna 1-1
1999 27 su 34 8^ 1.44 Perugia-Bologna 0-0
2000 31 su 34 11^ 1.23 Bologna-Perugia 2-1
2001 26 su 34 8^ 1.38 Vicenza-Bologna 4-2
2002 29 su 34 4^ 1.66 Roma-Bologna 3-1
2003 29 su 34 10^ 1.28 Modena-Bologna 3-2
2004 29 su 34 9^ 1.21 Ancona-Bologna 3-2
2005 29 su 38 7^ 1.31 Messina-Bologna 0-0
2009 31 su 38 18^ 0.84 Bologna-Siena 1-4
2010 32 su 38 15^ 1.09 Inter-Bologna 3-0
2011 34 su 38 12^ 1.18 Bologna-Cesena 0-2
2012 31 su 38 13^ 1.19 Cesena-Bologna 0-0
2013 30 su 38 12^ 1.2 Udinese-Bologna 0-0
2014 34 su 38 17^ 0.82 Juventus-Bologna 1-0
2016 30 su 38 11^ 1.2 Atalanta-Bologna 2-0
(negli anni non segnalati il Bologna era in categorie inferiori)
Gazzoni Bologna (ph. Gazzetta)

Era dai tempi di Gazzoni che il Bologna non arrivava in condizioni migliori alla Pasqua (ph. Gazzetta)

Oggi la squadra di Donadoni viaggia a 1,2 punti di media a gara e per ritrovare un passo superiore bisogna tornare indietro fino alle stagioni tra fine anni Novanta e Duemila. Per onestà bisogna ricordare che in quel periodo non mancavano comunque critiche aspre alla gestione sportiva e finanziaria di quella squadra comunque capace di ottenere salvezze serene: addirittura nel 2002 Gazzoni scelse di farsi da parte e lasciare la carica di presidente a Cipollini, suo uomo di fiducia. Eppure nelle dodici stagioni a lui ascrivibili, i rossoblù arrivarono sempre a Pasqua con una media superiore a quella attuale con l’apice di 1,66 punti a partita del 2001/02 ed un fantastico quarto posto poi diventato settimo nelle ultime cinque giornate. Ad onor del vero va anche ricordato però il dramma del 2005 con un Bologna settimo a Pasqua e poi costretto alla retrocessione tra qualche colpa propria ed enormi responsabilità esterne riconducibili allo scandalo Calciopoli. In generale si può davvero parlare oggi per i rossoblù di un ritorno al futuro anche se nella storia si rileva una costante quasi immutabile: l’impossibilità di vincere il turno precedente alla Pasqua. Nelle stagioni in A con i tre punti per vittoria infatti il Bologna ha vinto tale giornata solo nel 2000 raccogliendo complessivamente sei pareggi e ben nove sconfitte, l’ultima delle quali una settimana fa a Bergamo.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *