Rizzo punta su di sè: “Adesso sto bene, sarà un anno importante”


A Kitzbuhel ha parlato il centrocampista Luca Rizzo, pronto per una stagione importante dopo i problemi fisici dell’anno scorso

– di Marco Vigarani –

Luca Rizzo in conferenza stampa

Luca Rizzo in conferenza stampa

Oggi il Bologna avrà mezza giornata di libertà dopo l’intenso lavoro di questi giorni austriaci ma prima di dedicarsi al riposo o alla caccia ai Pokemon, il tuttocampista Luca Rizzo si è presentato in conferenza stampa per raccontare le sue sensazioni alla vigilia di un’annata importante. “L’anno scorso purtroppo non ho trovato continuità – ha ricordato il ragazzo – perchè ho avuto due infortuni pesanti di cui uno mi ha costretto a stare fuori dai giochi due mesi con anche i timori che a livello mentale accompagnano sempre un recupero. Adesso però sto bene e spero di continuare a godere di buona salute a lungo, sto lavorando bene non solo sul campo ma con un programma specifico pre e post allenamento che pensiamo mi possa consentire di superare definitivamente i problemi dell’anno scorso“. La definizione precedente di tuttocampista non è un errore ma la sintesi perfetta del pensiero dello stesso Rizzo: “Il mister ha fiducia in me e devo sfruttare le occasioni che mi offre. Naturalmente giocherei volentieri esterno di sinistra ma l’anno scorso mi ha impiegato spesso a destra mentre in queste settimane mi sta provando anche come mezzala. Per me non c’è problema, mi hanno sempre detto che la duttilità è uno dei miei punti di forza e sono a sua completa disposizione“. Essere pronti a tutto è un notevole vantaggio a maggior ragione dal momento che il mercato poi ha arricchito il reparto offensivo rossoblù e creato parecchia concorrenza allo stesso ex Samp che ha avuto parole di stima per i suoi nuovi compagni dicendo: “I nuovi arrivati secondo me sono tutti molto forti. Mi ha impressionato soprattutto Verdi che usa indistintamente entrambi i piedi e ha un bel cambio di passo. Di Francesco viene da una bella stagione e credo potrà ritagliarsi uno spazio importante così come Krejci e Nagy con i quali facciamo ancora fatica a capirci a causa della lingua ma che mostrano grande voglia di fare e che non sono assolutamente da sottovalutare visto che hanno partecipato agli ultimi Europei“. Rizzo poi ha guardato anche al passato recente spiegando: “Giaccherini e Diawara sono stati giocatori importanti l’anno scorso ma adesso questa squadra ha un nucleo forte che è stato in gran parte confermato ed una stagione di esperienza in più sulle spalle: possiamo fare bene. Sono curioso di vedere il nostro livello già dalle prossime due amichevoli contro squadre importanti“. Una dedica finale poi per il compagno Mattia Destro: “L’anno scorso nelle prime dieci giornate la squadra non l’ha aiutato ma dopo si è ripreso alla grande facendo vedere quanto vale. Adesso sta lavorando sodo e sono sicuro che tornerà presto ad alto livello“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *