Roma-Feyenoord, ecco il conto dei danni


Arrivano le prime stime dopo i disordini creati dai tifosi olandesi a Roma, in occasione della gara di Europa League fra i giallorossi ed il Feyenoord. Si parla di poco più di 5 milioni di euro e non è tutto

– di Massimo Righi –

La Barcaccia deturpata dagli hooligans olandesi  (ph tg24.sky.it)

La Barcaccia deturpata dagli hooligans olandesi (ph tg24.sky.it)

Sono state rese note le prime stime riguardanti i danni creati dai supporters del Feyenoord prima della partita di Europa League con la Roma. L’amministrazione capitolina valuta 5 milioni di euro da spendere in interventi di riparazione alla fontana della Barcaccia, nella sua conseguente perdita di valore e infine, nei danni d’immagine alla città stessa. Restano però ancora da calcolare i danni subiti dai commercianti dopo le barbarie arrecate agli esercizi commerciali deturpati dagli olandesi. Secondo quanto dichiarato all’Ansa dal sovrintendente ai Beni Culturali Claudio Parisi Presicce, la cifra sarebbe di poco superiore ai 5 milioni di euro: “Abbiamo stimato i danni su più versanti, con un danno più specifico sulla fontana della Barcaccia: 75 mila euro per i tre interventi di riparazione che si renderanno necessari, a cui si sommano 209 mila euro, ovvero il costo del restauro che avevamo concluso a settembre. Abbiamo poi valutato la perdita di valore del monumento  e il danno permanente causato all’opera d’arte da quelle 108 scalfiture in 1,2 milioni, cioè un cinquantesimo di suo valore patrimoniale che è di circa 60 milioni”.

Sempre secondo Presicce, c’è un danno d’immagine “che attiene soprattutto alla sicurezza percepita dai turisti nella Capitale, in 3/4 milioni”. Questa stima dovrà essere confermata nei prossimi mesi “in base all’effetto che avrà sui flussi turismo. Infine, ci sono i 100mila euro di danni provocati dal vandalismo sugli autobus, i costi dell’Ama di 40 mila euro e della polizia municipale di 18 mila euro”. Non è ancora stata fatta una stima dei danni segnalati dai commercianti. Subito dopo gli episodi di vandalismo, la Confcommercio ha fatto presente che per via delle chiusure obbligate, i negozi hanno subito un danno commerciale stimabile intorno ai 3 milioni di euro.

I cosiddetti tifosi del Feyenoord, non contenti di quanto fatto a Roma, hanno mostrato tutta la loro inciviltà anche nel ritorno della sfida di Europa League. L’accoglienza riservata ai tifosi italiani è stata caratterizzata da insulti razzisti e lancio di oggetti come accendini, ombrelli e banane gonfiabili, una di queste lanciate a Gervinho. L’arbitro è stato anche costretto a sospendere la gara, con i supporters olandesi che sono riusciti a far passare la partita in secondo piano, per mettere in evidenza le loro bravate.  L’auspicio, al di là delle immancabili scuse di una parte delle autorità olandesi (non tutte però), è che la Uefa prenda seri provvedimenti, come per esempio escludere il club dalle coppe europee, come si fece con le squadre inglesi negli anni ‘80. Sarebbe un monito che potrebbe rafforzare la credibilità della Uefa stessa, oltre che un segnale deciso verso i tifosi.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *