Roma in Barça, ma qualificazione vicina. Ok Bayern e Chelsea


La Roma crolla al Camp Nou (6-1) al cospetto di un Barcellona troppo superiore, ma resta in corsa per gli ottavi. Si qualifica il Bayern, che infila l’ennesimo 4-0 in stagione, mentre risorge il Chelsea. Zenit inarrestabile

– di Luigi Polce –

Il meraviglioso 2-0 siglato da Messi: 27 passaggi consecutivi e cucchiaio dolcissimo a scavalcare Szczesny (ph. zimbio)

Il meraviglioso 2-0 siglato da Messi: 27 passaggi consecutivi e cucchiaio dolcissimo a scavalcare Szczesny (ph. zimbio)

Tracollo Roma a Barcellona. Se sabato scorso, dopo il 2-2 di Bologna, Rudi Garcia si era lamentato per il campo e per una partita che poteva assomigliare più alla pallanuoto che al calcio, ieri i giallorossi hanno rimediato invece un punteggio tennistico al cospetto di una squadra di autentici marziani. Alla fine il Barcellona dell’ex Luis Enrique ne fa “solo” 6: dopo i primi 45′, blaugrana già avanti di tre gol grazie a una doppietta di Suarez e al gol di Messi, al rientro dal 1′ dopo l’infortunio. Il gol dell’argentino è la più classica estrinsecazione del tiki-taka, con 27 passaggi consecutivi che portano infine al cucchiaio dolcissimo della Pulce. Nella ripresa Piquè, ancora Messi e Adriano (che corregge in rete dopo l’errore dal dischetto di Neymar) allargano a dismisura il divario, con Dzeko che allo scadere rende leggermente meno amara la serata siglando il gol della bandiera, dopo aver sbagliato un rigore qualche minuto prima e, soprattutto, essersi divorato un’ottima palla gol sullo 0-0. Barcellona qualificato come primo nel girone E, mentre la Roma nonostante la batosta resta ampiamente in corsa per la qualificazione agli ottavi, in virtù dell’1-1 maturato tra BATE e Bayer Leverkusen: ai giallorossi basterà la vittoria casalinga contro i bielorussi.

Muller esulta "presentandosi" al suo compagno Robben. Per il tedesco, sono 23 centri in 25 partite stagionali, Nazionale compresa (ph. tuttosport)

Muller esulta “presentandosi” al suo compagno Robben. Per il tedesco, sono 23 centri in 25 partite stagionali, Nazionale compresa (ph. tuttosport)

Se il Barcellona fa paura, nche il Bayern Monaco non scherza e continua a vincere e a macinare gol come se piovesse. I bavaresi ne fanno altri 4 contro l’Olympiakos, i marcatori sono più o meno sempre i soliti: Douglas Costa (in una condizione psico-fisica esplosiva), Lewandowski (5 su 5 in Champions, 20 su 20 con il Bayern), Muller (23 gol su 25 gare, Nazionale compresa) e l’ex Juventus Coman, sempre più rimpianto dalle parti della Torino bianconera. Bavaresi qualificati e primi nel gruppo F, per i greci saranno decisivi gli ultimi 90′ visto che l’Arsenal ha battuto la Dinamo Zagabria per 3-0, frutto delle marcature di Ozil e Sanchez (doppietta per il cileno). E all’ultima giornata c’è proprio Olympiacos-Arsenal, con i padroni di casa che hanno a disposizione due risultati su tre per passare.

Situazione incerta nel girone G, dove il Porto sembrava ad un passo dalla qualificazione e invece vede i suoi piani complicarsi. I portoghesi infatti, mai sconfitti in stagione, cadono in casa al cospetto della Dinamo Kiev sotto i colpi di Yarmolenko e Derlis Gonzalez, venendo raggiunti così al primo posto del Chelsea di Josè Mourinho, che si sbarazza non senza fatica del Maccabi Tel-Aviv. Dopo 20′ i Blues vanno in vantaggio grazie a Cahill, che risolve su calcio d’angolo. Gli israeliani restano in 10 al 41′ ma non mollano, almeno fino alla magia su punizione del solito Willian, che a poco più di un quarto d’ora dal termine fa calare il sipario sul match. Da quel momento infatti, Zahavi e soci spariscono dal campo, e il Chelsea ne approfitta aumentando il bottino di reti con Oscar e Zouma. Anche in questo caso si deciderà tutto all’ultima giornata, quando si sfideranno Chelsea e Porto.

Nel gruppo H infine, lo Zenit non si ferma più ed infila il quinto successo consecutivo. Vittima il Valencia, ko in Russia per mano di Shatov e Dzyuba. Spagnoli superati al secondo posto dal Gent, che batte il Lione in trasferta estromettendo così i francesi da ogni discorso europeo.

Gruppo E Punti Gruppo F Punti Gruppo G Punti Gruppo H Punti
Barcelona 13 Bayern 12 Chelsea 10 Zenit 15
Roma 5 Olympiacos 9 Porto 10 Gent 7
Bayer Leverkusen 5 Arsenal 6 Dinamo Kiev 8 Valencia 6
BATE 4 Dinamo Zagabria 3 Maccabi Tel Aviv 0 Lione 1
Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *