Roma-Milan-Inter: è già guerra di parole ad un mese dal via


Pallotta attacca poi si scusa, Fassone e Sabatini rispondono per le rime: il campionato inizia sui giornali per Roma, Inter e Milan

– di Marco Vigarani –

Pallotta attacca Milan e Sabatini: arrivano risposte pronte e decise (ph. Zimbio)

Poco meno di un mese al via del campionato, ancora diverse settimane di mercato davanti ma già il clima diventa improvvisamente rovente nel nostro panorama calcistico. Ad accendere la prima fiamma ci ha pensato il presidente romanista James Pallotta con un attacco durissimo alla politica di investimenti del Milan: “Non ho idea di cosa stia succedendo. Non ha senso. Non hanno i soldi in primo luogo per comprare la squadra, visto che hanno preso 300 milioni in prestito da persone che conosco a Londra, a un interesse piuttosto alto. Stanno spendendo, o almeno facendo importanti anticipi, per giocatori e pagheranno le conseguenze a un certo punto. Loro dicono che è tutto per qualificarsi alla Champions League, ma non sarà abbastanza. Quando gli stipendi saranno uguali ai ricavi, non so che diavolo succederà. Sono gli unici in Serie A che stanno perdendo la testa“.

Il nuovo Milan cinese risponde a Pallotta per bocca dell’ad Fassone (ph. PianetaMilan)

Poche ore dopo è arrivata la risposta pronta e determinata dell’ad rossonero Marco Fassone: “Sono sbalordito. Io lavoro per il Milan 20 ore al giorno, quando il presidente vorrà, io sono qui in Italia e sono pronto a confrontarmi sui bilanci nostri e della Roma. Sono pronto al confronto e a imparare se necessario, ma le critiche fatte così mi danno fastidio. Non so a cosa si riferisce quando dice che pagheremo le conseguenze. Non so se si tratti di una minaccia. Ogni investimento è calcolato“. A stretto giro di posta ecco Pallotta che in parte torna sui propri passi: “Mi scuso se ho avuto informazioni imprecise. Tengo molto al calcio italiano e al suo ritorno ai vertici. A questo proposito, mi aspetto che tutti i club diano il proprio contributo verso un campionato più forte e sostenibile, come stiamo facendo noi della Roma. Auguro al Milan e ai suoi nuovi proprietari le migliori fortune e attendo con piacere che la sua dirigenza e la nuova proprietà collaborino al nostro fianco in maniera incisiva per lo sviluppo della A“.

Walter Sabatini, ex ds della Roma risponde a Pallotta (ph. Zimbio)

Pallotta però aveva attaccato anche il suo ex ds Walter Sabatini (“Avevo perso molta fiducia in lui dopo i primi due anni. I primi due anni sono stati ottimi, ma avremmo dovuto costruire su quelli e invece lui continuava semplicemente a fare scambi”) che in serata ha replicato con una nota altrettanto velenosa che apre il fronte delle polemiche anche tra Inter e Roma: “Nonostante la sfiducia che Pallotta oggi lamenta ho dovuto e voluto completare la campagna acquisti che per sua fortuna ha portato la mia squadra ad ottenere 87 punti in campionato e a garantire 120 milioni di introiti al 30 giugno, permettendogli di passare un’estate esaltante come si evince dai giudizi espressi su cose e persone. Auspico che la Roma possa in futuro ribadire classifica e introiti con i calciatori individuati ed acquisiti dalla nuova gestione permettendo a Pallotta di continuare ad inebriarsi dell’idea di se stesso e della sua presidenza. Nessuno vuole riconoscenza, ma equità sì. Meglio lasciare perdere Pallotta, le sue sono parole inutili, buttate lì, in stato confusionale e non richieste da nessuno“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *