Roma si candida ufficialmente alle Olimpiadi 2024


Ieri in Campidoglio è stata firmata da Montezemolo, Malagò e Marino la lettera di candidatura ufficiale dell’Italia per ospitare a Roma le Olimpiadi e Paralimpiadi del 2024

– di Marco Vigarani –

Roma si candida alle Olimpiadi del 2024 (ph. Wired)

Roma si candida alle Olimpiadi del 2024 (ph. Wired)

La notizia era ormai nota da tempo, ma da ieri è anche ufficiale: Roma si candida per ospitare le Olimpiadi e Paralimpiadi del 2024. In Campidoglio infatti è stata firmata la lettera con cui la Città Eterna si propone formalmente al CIO come sede per le due manifestazioni estive per atleti normodotati e portatori di handicap che ormai da diversi mesi sono al centro dei pensieri di Luca Cordero di Montezemolo, presidente del comitato promotore della candidatura capitolina. Insieme a lui hanno firmato la missiva anche il presidente del CONI Giovanni Malagò ed il sindaco romano Ignazio Marino che puntano ad organizzare un evento memorabile senza sottoporre le casse pubbliche ad uno sforzo eccessivo. Le Olimpiadi del 2024 a Roma sarebbero infatti ospitate in strutture già esistenti da ristrutturare limitando al massimo le nuove costruzioni e prevedendo in anticipo la nuova destinazione delle stesse al termine delle competizioni.

L’attenzione all’ambiente e agli sprechi è, nella lettera firmata ieri, solo uno degli snodi fondamentali della candidatura della Capitale e si unisce ovviamente all’incanto di un luogo eterno che è stato culla della civiltà occidentale ma anche alla forte presenza in Italia dei valori olimpici di uguaglianza e rispetto. In particolare l’ubicazione scelta per il Villaggio Olimpico dovrebbe essere Tor Vergata che però dovrà ricevere un potenziamento significativo a livello di infrastrutture e collegamenti. “Le Olimpiadi – si legge nella nota ufficiale – devono essere l’occasione per dare vita a una nuova visione della città, radicata nella storia e nella rigenerazione dell’esistente, con progetti di trasformazione urbana“. La candidatura di Roma sarà esaminata insieme alle altre che perverranno nei prossimi giorni e che saranno rese note tutte insieme il prossimo 16 settembre dando il via ufficialmente alla corsa delle varie località: tra i competitor in lizza anche Parigi, Amburgo, Budapest e Boston.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *