Ronaldo e Jesè stendono la Roma, il Wolfsburg supera il Gent


La prima settimana di ottavi di finale si chiude con i successi di Real e Wolfsburg. La Roma gioca bene ma cede ai Blancos, mentre il Gent si sveglia troppo tardi

– di Luigi Polce –

Il gol di Ronaldo che sblocca il match (ph. panorama)

Il gol di Ronaldo che sblocca il match contro la Roma (ph. Panorama)

Sorride amaro Spalletti, sorride amaro la sua Roma che gioca per larghi tratti alla pari contro il Real Madrid, alla fine vincente grazie a due acuti dei suoi fuoriclasse Cristiano Ronaldo e Jesè. I giallorossi, come detto, chiudono il primo tempo sullo 0-0 e con qualche rimpianto di troppo, visto che le ripartenze marchio di fabbrica di Spalletti sono troppo imprecise per impensierire Keylor Navas, ancora imbattuto in Champions League, mentre il Real di Zidane non trova mai lo specchio della porta, con il solo Marcelo che prova il gol dell’anno con un mancino al volo che non trova però fortuna. Nella ripresa, ecco la giocata del campione che piega le resistenze dei giallorossi: Marcelo lancia in velocità Cristiano Ronaldo, il portoghese con una sterzata violenta elude la marcatura di Florenzi scaricando poi un destro secco che, deviato dallo stesso n.24 giallorosso, supera Szczesny per l’1-0 Real. La Roma non si scioglie, ci prova con Vainqueur e reclama per un intervento poco ortodosso di Carvajal su Florenzi, senza esito. Poi il colpo del ko: entra Jesè per J. Rodriguez, e dopo nemmeno 5′ dal suo ingresso ecco il raddoppio con un bel diagonale di destro, che rende il ritorno durissimo per i ragazzi di Spalletti.

Nell’altra sfida della serata, quella tra le due sorprese di questa Champions, arrivano 5 gol: il Wolfsburg si porta sul triplice vantaggio grazie ad una doppietta di Draxler, ex obiettivo estivo della Juventus per la propria trequarti, e al 3-0 di Kruse. Tutto facile per i tedeschi, che nel finale però subiscono la rimonta da parte del Gent, che vuole dimostrare di non essere arrivato per caso agli ottavi di finale: capitan Kums e Coulibaly sfiorano la clamorosa rimonta, poi alla fine solo sfiorata. Il prossimo 8 marzo, alla Volkswagen Arena, servirà comunque vincere con due gol di scarto per eliminare il Wolfsburg e passare il turno.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *