Ronaldo e Messi protagonisti del Clasico?


Ore di attesa in Spagna per El Clasico che domani pomeriggio metterà di fronte Real Madrid e Barcellona ovvero Cristiano Ronaldo e Lionel Messi. Ma se a decidere la sfida fosse il brasiliano Neymar?

– di Marco Vigarani –

Cristiano Ronaldo è ancora lontano dal top della condizione

Cristiano Ronaldo è già a quota 20 gol in stagione

Parlare di Clasico in Spagna vuol dire prestigio e tradizione, ma anche geografia e politica perchè la sfida tra Real Madrid e Barcellona è qualcosa di più rispetto ad una partita di calcio. Nel corso della loro lunghissima storia le due formazioni si sono già incontrate ben 260 volte di cui 227 in gare ufficiali e spesso valevoli per il primo posto nella Liga, per la prosecuzione del cammino europeo o direttamente per la conquista di un trofeo. In tal senso è sicuramente passato alla storia il 2011 durante il quale El Clasico è andato in scena per ben sette volte con i doppi confronti in Champions League e Supercoppa di Spagna aggiungersi a quello in campionato e alla finale di Copa del Rey. Questa lotta per il primato in Spagna e non solo ancora una volta ha portato ad una campagna acquisti estiva di altissimo profilo che ha visto le due squadre spendere complessivamente oltre 270 milioni di euro di cui 80 a testa per assicurarsi stelle come Suarez e Rodriguez. Per ora il saldo delle vittorie arride al Real che complessivamente, a fronte di 48 pareggi, ha però soltanto una vittoria in più rispetto al Barca (90 contro 89) con un saldo reti positivo di tredici gol. La forbice si allarga leggermente considerando soltanto gli impegni nella Liga ed in questo caso la formazione madrilena si trova in vantaggio sui blaugrana per 70 successi a 66 anche se nell’ultima stagione in entrambe le occasioni sono stati i catalani ad avere la meglio soccombendo però nella finale di Copa del Rey. In questo momento, dopo otto giornate, il Barcellona è primo e imbattuto a 22 punti senza aver ancora subito un gol con il Real all’inseguimento a quota 18 e forte del migliore attacco del campionato.

Lionel Messi è il miglior realizzatore nella storia del Clasico

Lionel Messi è il miglior realizzatore nella storia del Clasico

Negli ultimi anni però la sfida tra Real Madrid e Barcellona è anche stata animata dal duello diretto tra le due stelle Cristiano Ronaldo e Lionel Messi, trascinatori assoluti delle rispettive compagini a suon di gol e giocate. Sul fatto che questi due calciatori siano già entrati di diritto nella storia del calcio mondiale non ci sono dubbi visto che entrambi insidiano da vicino anche il record di gol in Champions League (71) dell’ex blanco Raul: il portoghese è giunto mercoledì a quota 70 mentre invece l’argentino si trova a due lunghezze di distacco. La storia del Clasico però narra che proprio Messi sia risultato notevolmente più decisivo in questa gara con già 21 centri infilati nella rete del Real spalmate su 28 gare rispetto alle sole 13 marcature di Ronaldo nell’arco però di 24 partite. Osservando l’attuale classifica marcatori però si nota subito che il portoghese sia già ad un’incredibile quota 15 mentre l’argentino si è per ora fermato a 7 centri ai quali però vanno sommati gli 8 messi a segno dal compagno Neymar. Nonostate la sfida tra titani infatti potrebbe essere il giovane brasiliano l’asso nella manica del Barcellona visto che il suo adattamento alla Liga prosegue nel migliore dei modi testimoniato dai 10 gol stagionali in altrettante partite giocate a fronte dei 15 segnati nel corso dell’intera annata 2013/2014. Neymar, a soli ventidue anni, è già diventato il quinto marcatore nella classifica assoluta della Nazionale brasiliana con 40 gol alle spalle di mostri sacri come Pelè, Ronaldo, Romario e Zico. Senza dimenticare il fatto che, proprio in occasione del Clasico, il Barcellona potrà per la prima volta schierare anche l’acquisto estivo Luis Suarez che alla mezzanotte di oggi finirà di scontare i quattro mesi di squalifica internazionale comminati in seguito al morso a Chiellini durante il Mondiale.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *