Ronaldo top scorer del 2014, ma il più continuo è Soriano


Il 2014 ha visto Ronaldo segnare più di chiunque altro ma è Soriano ad avere la migliore media gol. Scomparsi dalla classifica gli attaccanti della Serie A

– di Marco Vigarani –

Cristiano Rolando, doppietta per lui contro l'Eibar e 20° gol stagionale

Nessuno ha segnato più di Ronaldo nel 2014 (ph Zimbio)

Giunti ormai al termine del 2014, si possono analizzare le classifiche di rendimento degli attaccanti dei campionati professionistici di tutto il mondo per scoprire conferme e sorprese anche curiose. Sicuramente nessuno si meraviglierà di scoprire che è Cristiano Ronaldo a guardare tutti dall’alto con le sue 61 reti in 60 partite, inseguito dall’eterno rivale Lionel Messi fermo a 58 realizzazioni. Proseguendo nella lettura della graduatoria oltre i due fuoriclasse della Liga, scopriamo altri protagonisti provenienti da campionati di livello ben diverso: Jonathan Soriano del Salisburgo a 55, Eran Zahavi (ex Palermo) del Maccabi a 40 e Eugeni Kabaev del Sillame a 38. Tra i venti migliori marcatori del 2014 si trovano non solo volti noti come Ibrahimovic o Neymar ma anche l’estone Subbotin, l’islandese Kjartansson o il lettone Gutkovskis. La classifica però si può leggere anche in un ordine diverso mettendo in fila tutti questi goleador in base alla media realizzativa a partita ed in tal caso lo scettro della continuità viene strappato dalle mani di Ronaldo proprio dallo spagnolo Soriano che milita in Austria e che con il suo 1.05 batte anche l’1.01 del lusitano. Sotto questo aspetto poi le sorprese non sono finite visto che Messi perde terreno con una media pari a 0.87 gol a partita facendosi superare dal già citato Kabaev (0.97) e dal clamoroso 0.96 di Germain Kouadio, fantasista ivoriano in forza al Sarajevo.

Di Natale ha iniziato la sua undicesima stagione a Udine

Di Natale è ancora capocannoniere italiano (ph Zimbio)

Spostando tale analisi nel calcio italiano, si assiste ad un crollo verticale di queste cifre che testimonia non solo lo scarso livello del gioco espresso nel nostro Paese ma anche dei singoli atleti che vi militano. A guidare la classifica nostrana dei migliori attaccanti del 2014 c’è l’eterno Antonio Di Natale, a segno per 21 volte negli ultimi dodici mesi, tallonato dal veronese Luca Toni e dallo juventino Carlos Tevez fermi a quota 18. Se da una parte è positivo che il gol in Serie A parli ancora fortemente italiano, dall’altra è sconsolante che i due rappresentanti al vertice della graduatoria abbiano entrambi già compiuto 37 anni e che nessuno dei giovani colleghi appaia in grado di riceverne l’eredità. Lasciando i primi tre posti infatti troviamo altri quattro attaccanti stranieri tra i quali spicca la coppia napoletana composta da Gonzalo Higuain e Jose Maria Callejon con 15 reti a testa. Per ritrovare goleador italiani bisogna scendere ancora ed incontrare a quota 14 realizzazioni la riserva giallorossa Mattia Destro, Alberto Paloschi del Chievo ed anche l’emigrato Ciro Immobile che ora trova poco spazio in un Borussia Dortmund che sta vivendo una delle peggiori stagioni della sua storia. Non deve quindi stupire che in Serie A qualcuno stia pensando di acquistare Pablo Granoche del Modena che nel 2014 ha ritrovato confidenza con il gol segnandone ben 24.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *