Rosberg vince a Singapore: Hamilton sorpassato in vetta


Vincendo a Singapore Nico Rosberg si porta in testa alla classifica della F1. Bella gara di Vettel che recupera 17 posizioni dal via

– di Alberto Bortolotti –

Nico Rosber è il nuovo leader della classifica iridata di F1 (ph. Zimbio)

Nico Rosber è il nuovo leader della classifica iridata di F1 (ph. Zimbio)

Con la vittoria a Singapore (la terza consecutiva) Nico Rosberg schizza in testa al Mondiale di Formula 1, sono ora 8 punti di vantaggio su Lewis Hamilton, terzo alla bandiera iridata. Il pilota tedesco difende il gradino più alto del podio dal tentativo di rimonta di Ricciardo, idem il campione del mondo britannico rispetto a Raikkonen, quarto a soli 10 secondi dal primo classificato.

Grande ritorno in zona punti anche di Sebastian Vettel su Ferrari, quinto (era partito ventiduesimo), davanti a Verstappen. Alonso, Perez, Kvyat e Magnussen completano le prime 10 posizioni.

Ancora un po’ di ottimismo dispensato dal tedesco: “Ci sono ancora molti cambiamenti in corso all’interno del team. So che la nostra posizione non è quella immaginata dai tifosi. Loro hanno poca pazienza e per me è la stessa cosa, tutti vogliamo vincere. Non saremo soddisfatti sino a quando non ci saremo riusciti e stiamo andando nella direzione giusta. Stiamo facendo progressi, anche se a volte sembra il contrario. Dobbiamo rimanere pazienti e attendere il nostro momento. Io credo in questa squadra e credo nella Ferrari“.

Terzo nel Mondiale si conferma Daniel Ricciardo, 26 punti di vantaggio su Vettel e 31 su Raikkonen. Ecco l’italo-australiano a fine gara: “Abbiamo puntato sulla stategia e ce l’abbiamo quasi fatta. Speravo che Rosberg si fermasse rientrando dietro di me, poi ho visto che proseguiva. A quel punto ho pregato che finisse le gomme. Negli ultimi giri mi sono avvicinato molto, ho spinto come un dannato facendo prestazioni da qualifica ad ogni passaggio. Ho toccato i muretti almeno tre o quattro volte, se ci fosse stato un giro in più, chissà…

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *