Rosberg vince in Belgio, Vettel sesto. Eroico Alonso


In Belgio vince come da pronostico Rosberg mentre le Ferrari finiscono fuori e Vettel chiude sesto. Gran rimonta di Alonso da ultimo a settimo

– di Alberto Bortolotti –

Rosberg vince il GP del Belgio (ph. Zimbio)

Rosberg vince il GP del Belgio (ph. Zimbio)

Nico Rosberg rispetta il pronostico e vince il GP del Belgio, ma guadagna solo dieci punti su Lewis Hamilton che, partito in ultima fila, conquista il podio, incorniciando un’altra impresa delle sue facilitata dal botto al via e dalla bandiera rossa (dopo la safety car) che ha interrotto la gara per lo spaventoso incidente di Kevin Magnussen finito contro le barriere all’esterno del Raidillon al quinto giro.

Il tedesco coglie la 20esima vittoria. Chi ha saputo approfittare della situazione è stato Daniel Ricciardo che si è visto servito il secondo posto su un piatto… d’argento dopo il botto al via che ha messo fuori gioco tre possibili protagonisti: Max Verstappen e i due ferraristi, Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel.

Cosa è successo? Al via Kimi Raikkonen, partito bene, ha lasciato la porta aperta all’interno a Max Verstappen: il ragazzo della Red Bull si è infilato fra la Rossa e il muretto della Source con solo l’anteriore sinistra sulla riga. Intanto all’esterno c’era Sebastian Vettel che ha chiuso la triettoria e ha urtato la Ferrari di Kimi Raikkonen che nell’inevitabile rimbalzo è finito a contatto con Max Verstappen che è arrivato leggermente lungo. Il leader del mondiale ha completato una rimonta costruita a tavolino dal team Mercedes già in qualifica, dopo che Lewis ha accumulato ben 60 posizioni in griglia di penalizzazione per aver omologato ben tre power unit Mercedes, per garantirsi la fornitura di  motori per completare la stagione senza altre sorprese.

Hamilton lascia Spa con 9 punti di vantaggio su Rosberg nella lotta del mondiale piloti. Fra i grandi protagonisti di Spa bisogna mettere la Force India  meritandosi con Nico Hulkenberg e Sergio Perez il quarto e quinto posto.

Sebastian Vettel è al primo anno in Ferrari (ph. 3news.co.nz)

Sebastian Vettel chiude invece sesto dopo essere uscito per un incidente (ph. 3news.co.nz)

E la Ferrari? Sebastian Vettel porta a casa un sesto posto che non rende merito alla prestazione del tedesco. L’incidente al via farà discutere e molto, l’atteggiamento di Max Verstappen è stato fin troppo aggressivo, ma i due ferraristi potevano gestire meglio la situazione per evitare un altro contatto fra di loro. Kimi Raikkonen conquista un nono posto che non gli rende merito, e si lamenta giustamente dell’olandese: “All’Eau Rouge mi ha chiuso più volte mentre ero in accelerazione, poi al Kemmel se non avessi frenato lo avrei preso in pieno e stavamo andando molto forte. Avrebbe potuto verificarsi un incidente anche grave. Non va bene“. Il teen ager è certamente un talento, ma il rispetto delle regole vale anche per lui: il vizietto di cambiare traiettoria all’improvviso non l’ha proprio perso. Nemmeno quello di dare la colpa agli altri: “Non ho fatto una partenza perfetta ma in frenata mi sono avvicinato a Kimi e ho provato a passare all’interno. Kimi ha continuato a chiudermi e non avevo più spazio“.

Fra gli eroi di giornata c’è Fernando Alonso: lo spagnolo ha arpionato il settimo posto con la McLaren dopo essere scattato ultimo al via.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *