Rossi in uscita: Donadoni sogna il Milan, Prandelli una panchina


Da questa sera Rossi potrebbe essere esonerato dal Bologna che tenta di convincere Donadoni ma tiene calde anche le piste Prandelli e Montella

– di Marco Vigarani –

Rossi a rischio (ph. Zimbio)

Rossi oggi non dovrebbe concludere la giornata in sella al Bologna (ph. Zimbio)

Il risultato che questa sera il Bologna conseguirà nella sfida contro il Carpi avrà un valore importante per la classifica ma potrebbe essere del tutto insignificante per il destino del tecnico Delio Rossi. Vincere, perdere o pareggiare non sembrano essere fattori in grado di allontanare un esonero già deciso ed ormai noto a tutti dopo una settimana di telefonate a caccia del possibile sostituto. Il Bologna ha sbagliato ancora una volta tempistica nel lasciare in carica un allenatore ormai destituito e delegittimato agli occhi tanto dei tifosi quanto soprattutto della squadra ma sta oggettivamente anche faticando ad ottenere il consenso da parte del sostituto proprio a causa di una situazione tecnica e di classifica apparentemente senza speranza. Alcuni allenatori liberi nel corso di queste ultime settimane hanno maturato un pessimismo nei confronti dei rossoblù tale da non sentirsi motivati ad accettarne la panchina ma il ritorno in Italia del chairman Saputo armato di portafoglio sbloccherà necessariamente la situazione.

Donadoni cerca un incarico dopo il fallimento del Parma (ph. Zimbio)

Donadoni è reduce dall’esperienza al Parma (ph. Zimbio)

La prima scelta è Roberto Donadoni, tecnico di blasone più che di risultati che nei giorni scorsi ha detto: “Valuterò tutto con attenzione ma non voglio più soffrire“. La crisi del Bologna ed il sogno Milan (“Se ci sarà la possibilità la valuterò. È evidente che ho un’affezione particolare per i rossoneri e non troppo tempo fa c’è stato qualche contatto“) lo stanno facendo esitare oltremodo e potrebbero dirottare i rossoblù su un altro nome come quello di Cesare Prandelli. L’ex ct azzurro non aveva rapporti idilliaci con Corvino nell’ultima collaborazione ma poche ore fa ha detto senza giri di parole: “Ho voglia di tornare ad allenare. Il Bologna? Ci sono colleghi che stanno lavorando e società che stanno facendo le proprie scelte quindi bisogna avere rispetto per tutti“. Considerata la volontà di affidarsi ad un tecnico di fascia medio-alta, restano valide ancora le piste che conducono ad altri nomi, primo tra tutti Vincenzo Montella che è già stato in città per un incontro informale. Ricevuto un secco no da Francesco Guidolin, il Bologna potrebbe anche bussare alla porta di Walter Mazzarri, tecnico però con ambizioni più elevate, o di Alberto Zaccheroni che ha già visto i rossoblù dal vivo domenica scorsa.

Print Friendly, PDF & Email



One thought on “Rossi in uscita: Donadoni sogna il Milan, Prandelli una panchina

  1. claudia

    livorno 5 posto, cagliari preso penultimo posto a novembre a gennaio già salvo ,parma in europa ,nazionale eliminata solo ai rigori dalla spagna, se questi non sono risultati …..

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *