Rossi: “Per me tutte le partite valgono la Champions League”


Conferenza stampa di presentazione della sfida di Coppa Italia contro il Pavia per il tecnico rossoblù Delio Rossi che predica attenzione e rispetto

– di Marco Vigarani – 

Delio Rossi, tecnico del Bologna

Delio Rossi, tecnico del Bologna

Domani sera a Vicenza il Bologna farà il suo esordio ufficiale nella sfida di Coppa Italia contro il Pavia ed oggi il mister Delio Rossi ha parlato delle sue aspettative nella consueta conferenza stampa prepartita, ma prima di iniziare ha espresso il suo cordoglio per la scomparsa di Harald Nielsen. “Ieri è venuto a mancare un membro importante della nostra famiglia che non conoscevo personalmente – ha detto – ma che voglio ricordare con onore ed al quale tutti noi oggi pensiamo intensamente magari nella speranza che qualcuno dei nostri ragazzi ne possa ripercorrere le gesta. Credo davvero che il rispetto del passato sia fondamentale e quando sono venuto a Bologna l’ho fatto anche per la storia ed il blasone di questo club sperando di contribuire a fare qualcosa di importante“. Rossi ha poi parlato della sfida di domani spiegando: “Voglio capire a che punto siamo arrivati dopo un mese di ritiro in cui ho lavorato soprattutto a livello fisico per mettere benzina nelle gambe. La rifinitura tattica per ora è stata marginale ma spero che i ragazzi abbiano già capito qualcosa e che soprattutto abbiano voglia di dimostrare di che pasta sono fatti contro un avversario sicuramente più brillante: il campo non mente mai e svelerà se questo Bologna ha già un’anima. Contro il Santarcangelo ad esempio ho visto buone cose solo per venti minuti poi un crollo che non mi va bene ma in generale invito a non dare giudizi definitivi basandosi sul calcio d’agosto“.

Il tecnico rossoblù ha poi chiarito ulteriormente di rispettare questo primo impegno di Coppa Italia: “Ci tengo a tutte le partite comprese quelle del giovedì contro gli Allievi. Per me anche l’anno scorso la Serie B valeva come la Champions League e credo che chiunque dosi il proprio impegno in base al livello dell’avversario o della competizione non abbia capito niente di questo mestiere“. Come al solito poi Rossi ha evitato l’argomento mercato ribadendo: “Sappiamo tutti che questo Bologna non è completo ma io sono abituato a lavorare con quello che ho per tirarne fuori il meglio. Inoltre ho capito in tanti anni che il 99% di quello che si legge sui giornali a proposito di mercato non corrisponde a verità quindi parlo solo di giocatori che sono già stati presentati ufficialmente dal mio club“. Confermata la presenza di Brighi e Rizzo per domani sera, il tecnico ha infine parlato di qualche singolo: “Sarei un presuntuoso se vi dessi un parere su Pulgar visto che, come tutti gli stranieri, avrà bisogno di tempo per metabolizzare il cambio di realtà. Ferrari è un centrale ma ha dinamismo e capacità di corsa per fare bene anche il terzino. Acquafresca poi, come qualche altro compagno, ha capito che con la nuova stagione ripartivano tutti da zero e mi sta dimostrando qualcosa in più rispetto al finale dello scorso anno. Non enfatizziamo però troppo il fatto che abbia indossato la fascia di capitano: questa decisione spetta alla squadra“.

Print Friendly



One thought on “Rossi: “Per me tutte le partite valgono la Champions League”

  1. Vecchio Tifoso

    Corvino senza soldoni a disposizione non può fare miracoli. Rossi in serie A con quello che si trova tra le mani i miracoli non può farli nemmeno lui. Perciò dobbiamo sperare in una tirata salvezza all’ultima giornata come sempre e stare tranquilli.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *