Rossoblù nel mondo: il bilancio finale è positivo


Ultima puntata stagionale della rubrica che vi ha informati sull’andamento delle squadre con gli stessi colori del Bologna nel Mondo: sono state ben cinque le squadre rossoblù a vincere il titolo nazionale

– di Marco Vigarani e Massimo Righi –

I giocatori del Barcellona celebrano la vittoria della UEFA Champions League (ph. Ansa)

Triplete per il Barcellona che si aggiudica Liga, Coppa del Re e Champions League (ph. Ansa)

Dopo un avvio a dir poco stentato il Crystal Palace, unica squadra rossoblù della Premier League, si è rilanciato in grande stile grazie al lavoro del tecnico Pardew e ha raggiunto una comoda salvezza anticipata concludendo addirittura la stagione al decimo posto con 48 punti e tredici lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione.

Stagione di trionfi invece per il Barcellona che ha centrato il triplete conquistando Liga, Champions League e Coppa del Re al termine di una cavalcata trionfare guidata dai suoi tre solisti Messi, Neymar e Suarez. Salvezza sofferta invece per il Levante che ha chiuso il campionato al quattordicesimo posto ma il rischio maggiore è stato corso dall’Eibar, retrocesso sul campo ma salvato dalla penalizzazione inflitta all’Elche. In Segunda Division non sono riusciti ad entrare nei playoff i rossoblù del Llagostera al pari del Numancia, l’Osasuna si è salvato con un solo punto di margine sulla zona retrocessione mentre invece è sprofondato in Segunda División B da ultimo in classifica il Barcellona B.

Successo in Ligue 1 anche per il PSG che nel finale di stagione ha addirittura allungato concludendo a +8 sulla prima inseguitrice mentre invece ha festeggiato la salvezza il Caen che dalla prossima stagione sarà raggiunto anche dai rossoblù del Gazelec Ajaccio che per la prima volta nella loro storia hanno conquistato la promozione dalla Ligue 2. La seconda divisione transalpina ha però anche visto retrocedere in Championnat National il Chateauroux che ora avrà due anni a disposizione per risalire prima di perdere lo status di club professionistico.

I giocatori del Basilea festeggiano la vittoria del campionato (ph. Facebook Basilea)

I giocatori del Basilea festeggiano la vittoria del campionato (ph. Facebook Basilea)

In Germania, l’Heidenheim ha chiuso la stagione all’ottavo posto in Zweite Bundesliga, che non ha avuto problemi a salvarsi ma che è giunto 12 punti dalla zona promozione. In Svizzera invece, il Basilea ha chiuso la stagione vincendo il diciottesimo titolo nazionale. Niente da fare in Coppa invece, vista la sconfitta patita in finale contro il Sion. In Scozia invece, l’Inverness Caledonian Thistle è giunto terzo in campionato ma ha vinto la sua prima Scottish Cup battendo in finale il Falkirk. Oltre al Basilea, anche lo Steaua Bucarest ha vinto il campionato in Romania, dopo un testa a testa con il Targu Mures con sorpasso nel finale che ha permesso ai rossoblù di vincere il 26° titolo della propria storia. In Turchia il Mersin İdman Yurdu ha concluso da settima in classifica, mentre purtroppo il Karabükspor è retrocesso in seconda divisione.

Spostandoci in Sudamerica, i paraguayani rossoblù del Cerro Porteño si sono laureati campioni davanti al Guaranì per la 30ma volta dopo un campionato quasi sempre vissuto in testa. In Uruguay invece, il Central Español è stato eliminato nella semifinale dei playoff promozione per la prima divisione dal Villa Teresa. In Colombia, epilogo amaro per l’Independiente Medellín che ha perso la finale scudetto contro il Deportivo Calì nel doppio confronto finale che ha visto prevalere i bianco verdi. Ultimo posto in classifica invece per l’altra rossoblù colombiana, il Deportivo Pasto che ha chiuso la stagione all’ultimo posto con appena 9 punti conquistati. Ancora in campo invece le due argentine, il San Lorenzo primo in classifica e il Tigre settimo: il campionato di prima divisione è solo a metà del proprio svolgimento ma sarà fermo fino a metà luglio per via dello svolgimento dell Coppa America in Cile.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *