Rossoblù in prestito: Oikonomou e Rizzo ci riprovano, Vassallo il migliore


A metà stagione scopriamo come sta andando l’anno per i rossoblù in prestito. Tra tante delusioni come Oikonomou, Rizzo e Falco spicca la punta Vassallo

– di Marco Vigarani –

Gennaio è un mese importante per ogni calciatore: si traccia un bilancio del girone d’andata e si cerca di capire se le scelte fatte in estate hanno avuto un esito positivo sulla propria carriera. Tale analisi diventa ancor più importante se si parla di ragazzi giovani che hanno cercato fortuna in prestito. In particolare analizziamo ora la situazione dei quindici calciatori di proprietà del Bologna che hanno trascorso gli ultimi mesi a cercare fortuna altrove.

Dopo due gol nella Spal, Luca Rizzo riparte da Bergamo (ph. Atalanta Calcio)

PORTIERI – Arrivano notizie sostanzialmente positive dai baby portieri che stanno trovando tanto spazio nelle categorie inferiori macinando minuti ed esperienza. In particolare spiccano Filippo Perucchini (26) e Mirko Albertazzi (20) che si sono guadagnati un posto da titolare in Serie C rispettivamente al Lecce ed alla Virtus Francavilla, entrambi nel Girone C. Non sta invece trovando fortuna nella medesima categoria Mouhamadou Sarr (21) che ha collezionato appena 8 presenze nel Prato: un peccato per un ragazzo di grande reattività ed istinto che un anno fa si allenava stabilmente con la prima squadra a Casteldebole. Buona in Serie D l’annata di Emanuele Monari (19), titolare tra i pali del Sasso Marconi.

DIFENSORI – Sono soltanto tre i difensori attualmente in prestito e nessuno di loro sta invece vivendo una stagione esaltante anche a causa di qualche infortunio di troppo. Il minutaggio migliore è quello di Alex Ferrari (23) che non si è comunque guadagnato un posto fisso nel Verona totalizzando appena 13 apparizioni tra campionato e Coppa Italia: se il suo impiego non crescerà, a fine anno potrebbe quindi non verificarsi una delle condizioni per l’obbligo di riscatto dal prestito. Ancor più scarno è stato poi l’apporto dato da Marios Oikonomou (25) alla causa della Spal che dopo 6 presenze ha già acconsentito a liberarlo dal contratto in essere per farlo tornare al Bologna che lo ha girato al Bari per provare a dargli una nuova chance. Ha cambiato maglia anche Deian Boldor (22) che tornerà a Verona dopo aver disputato soltanto 5 partite nella MLS con la maglia dei Montreal Impact all’interno di una stagione disastrosa per la franchigia del presidente Saputo.

Andrea Vassallo ha già collezionato 5 gol e 3 assist in 18 presenze (ph. Carrarese Calcio)

CENTROCAMPISTI – Scarna anche la rappresentanza di centrocampisti tra i quali spicca la conclusione anticipata dell’esperienza di Luca Rizzo (25) alla Spal: 12 apparizioni bagnate da due gol ma soprattutto interrotte dagli ormai classici problemi fisici che lo hanno frenato pur senza fargli perdere una grande occasione nel mercato di riparazione. L’esterno finirà infatti la sua stagione nell’Atalanta dei miracoli sperando di avere maggior fortuna di quanta non ne abbia avuta lo scorso anno Mounier. Poco spazio in Serie C anche per Vincenzo Silvestro (19) nella pur splendida annata del Pordenone di mister Leo Colucci mentre invece si gode la seconda esperienza svizzera al Lugano l’ungherese Balint Vecsei (24): per lui 18 gare ed anche la soddisfazione di un gol realizzato in Europa League.

ATTACCANTI – La vera sorpresa dell’analisi odierna appartiene però al reparto offensivo visto che Andrea Vassallo (20) sta dimostrando in Serie C alla Carrarese di meritare un’occhiata più approfondita: per lui ci sono già 18 partite impreziosite da 5 gol e 3 assist all’interno di una rosa che conta anche su veterani come Coralli e Tavano. Sperava invece di trovare più spazio Filippo Falco (25), tradito dall’esperienza al Perugia ed in procinto di cambiare nuovamente squadra restando in Serie B: su di lui in particolare ci sono Pescara ed Empoli. Si è addirittura già conclusa l’avventura al Ravenna di Aaron Tabacchi (19) che è tornato al Bologna dopo una manciata di gettoni di presenza ed alcuni problemi fisici. Compagni di sventura in Serie C anche Lorenzo Musto (21) e Simone Rossetti (20) che scaldano stabilmente la panchina rispettivamente al Renate ed alla Virtus Francavilla.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *