Sabatini: “A Roma per parecchio tempo”. Bologna su Bigon


Il ds Walter Sabatini ha confermato la sua permanenza alla Roma così il Bologna punta su Riccardo Bigon, in uscita dal Verona, per sostituire Corvino

– di Marco Vigarani –

Walter Sabatini, ds della Roma in scadenza a giugno (ph. Zimbio)

Walter Sabatini ha deciso di restare alla Roma (ph. Zimbio)

A volte una dichiarazione può essere di facciata, sibillina e volutamente ambigua. Altre volte le parole hanno un peso specifico importante e preciso. Nel prepartita di Atalanta-Roma il direttore sportivo capitolino Walter Sabatini ha delineato chiaramente il proprio futuro professionale: “Sono attivo al 100% per la Roma e lo sarò per parecchio tempo – ha detto – quella del mio futuro è una vicenda marginale, insignificante, al centro della vicenda c’è la Roma. Sono orgogliosamente sotto contratto con la Roma, quella che mi riguarda è una vicenda che non va presa in considerazione“. Ovviamente nella vita ed ancora di più nel mondo del calcio le parole sono fatte per essere smentite dai fatti ma il discorso fatto dal ds capitolino ha l’aspetto di una netta presa di posizione. Sabatini si è di fatto tolto dal mercato eliminando il suo nome dalla girandola degli operatori di mercato che dovrebbe innescarsi fra qualche settimana. Le sue parole assomigliano molto a quelle che i tifosi rossoblù avrebbero voluto sentir dire da Roberto Donadoni ma che non sono mai state pronunciate. Ecco allora che a questo punto salta il piano A di Claudio Fenucci, ad del Bologna, che aveva individuato nell’amico ed ex collega Sabatini il profilo ideale per sostituire l’ormai destituito Pantaleo Corvino come ds del club felsineo. Nonostante i contatti già avvenuti anche con il presidente Saputo, non si ricomporrà sotto le Due Torri parte dell’organigramma visto negli anni scorsi a Roma.

Riccardo Bigon (ph. ZImbio)

Il nuovo profilo individuato da Fenucci è quello di Riccardo Bigon (ph. ZImbio)

Resta pertanto la necessità di impostare il domani degli emiliani, risolvendo prima possibile in via ufficiale la questione Corvino ed aprendo la porta sul futuro. Questo stato di incertezza ha minato alle fondamenta la società e conseguentemente anche la squadra che non ha un’idea precisa sul proprio domani tra procuratori che prospettano offerte allettanti ai propri assistiti ed un allenatore che, legittimamente, attende di capire il panorama di riferimento prima di decidere se proseguire o meno la sua avventura in rossoblù nonostante un contratto già firmato. I vertici italiani del Bologna sono consapevoli della necessità di non deludere in primis Saputo e quindi anche la città: ecco perchè le candidature di secondo piano al ruolo di ds nelle ultime settimane sono decadute. Ci si sta orientando su un profilo giovane ma con una buona esperienza ad alto livello che dovrebbe tornare sul mercato entro pochi giorni: si tratta di Riccardo Bigon, ora al Verona ma pronto a liberarsi dal triennale sottoscritto nel giugno 2015 subito dopo la retrocessione degli scaligeri. Egli ha ottenuto risultati importanti al Napoli costruendo una squadra in grado di vincere due volte la Coppa Italia ed accedere alla Champions League ma resta da capire il pensiero di Donadoni su questa candidatura. All’ombra del Vesuvio infatti il ds arrivò subito dopo l’esonero del mister ed appena un anno fa i due ebbero un duro alterco dopo Parma-Napoli.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *