Salah spietato contro la Viola, Barzagli è anche goleador


Top e Flop della 28^ giornata di Serie A

– di Francesco Ferrari –

TOP

Salah è stata una grave perdita per i viola. Oggi gioca e segna nella Roma (ph. zimbio)

Salah ha fatto impazzire i suoi ex compagni segnando una doppietta (ph. zimbio)

Salah (Roma): si esalta contro la sua ex squadra e gli assesta il colpo del KO, complice deviazione di Astori, trovando, dopo una manciata di minuti dal vantaggio di El Shaarawy su suo assist, la rete del 2-0 con una traiettoria tanto beffarda quanto fortunata. Mette a segno la doppietta personale ad inizio ripresa dimostrando ancora una volta di trovarsi benissimo in questo tridente tutto velocità che sta rilanciando la Roma verso l’Europa che conta;

Barzagli (Juventus): leader silenzioso della retroguardia bianconera, oltre alla solita partita praticamente impeccabile in fase di chiusura, si inventa goleador e, dimenticato dalla difesa bergamasca, sblocca la partita battendo a rete da pochi passi su sponda di Mandzukic;

Duncan (Sassuolo): bellissimo gol del centrocampista neroverde che sfrutta al meglio lo schema da calcio d’angolo e scarica da fuori area un missile che si insacca all’incrocio dei pali difesi da Donnarumma e sblocca la partita a favore del Sassuolo.

FLOP

Ottima prestazione condita da un meraviglioso gol su punizione: Balo is back (ph. Zimbio)

Ennesima occasione sprecata per Mario Balotelli, un fantasma in campo (ph. Zimbio)

Balotelli (Milan): un’altra occasione sprecata e ormai la stagione sta terminando. Mihajlovic lo lancia dal 1′ minuto, preferendolo a Menez, ma Mario è praticamente inesistente: tocca pochissimi palloni, non tira mai in porta e si dimostra spesso svogliato. Il suo ritorno al Liverpool a fine stagione avverrà senza nessun rimpianto, se non suo personale;

Astori (Fiorentina): dopo la sfortunata deviazione che regala la rete del 2-0 a Salah va completamente in tilt, concedendo all’egiziano quegli spazi che non bisogna mai lasciargli, facendolo diventare l’eroe della partita e risultando il peggiore in campo;

Fares (Verona): bocciato dopo soli 30′, è colpevole di commettere uno svarione clamoroso che costa ai suoi la rete del 2-0: da ultimo uomo incespica su un facile controllo di palla e regala la sfera a Quagliarella. Il più disastroso di una difesa imbarazzante, vero è che giocava non nel suo ruolo ideale, ma difficilmente lo rivedremo in campo.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *