Sansone: “Il girone di ritorno si sta rivelando più duro del previsto”


Il protagonista della conferenza stampa di metà settimana è Gianluca Sansone, attaccante del Bologna che parla della sterilità dell’attacco rossoblù

– di Marco Vigarani –

Gianluca Sansone in conferenza stampa

Gianluca Sansone in conferenza stampa

Nella settimana che porta all’importante impegno contro il Livorno, si presenta in conferenza stampa l’attaccante rossoblù Gianluca Sansone che inevitabilmente analizza lo scarso stato di salute dell’attacco: “In effetti stiamo facendo poco, ci proviamo e purtroppo quando una cosa non riesce subentra anche un fattore mentale: più si cerca e più diventa difficile raggiungerla. Non mi risulta che possa esserci un problema di stanchezza fisica e non credo neanche che scendiamo in campo impauriti però devo dire che il girone di ritorno appare molto più duro di quello d’andata“. A tal proposito diventa inevitabile ormai chiedere un parere sulla possibilità di disputare i playoff: “Credo che possano essere un traguardo secondario – spiega Sansone – ovviamente puntiamo alla promozione diretta anche se ultimamente non riusciamo a fare i risultati che vorremmo. Non manca però l’entusiasmo visto che tutti abbiamo lo stesso obiettivo, forse è più un fatto inconscio. Ora dobbiamo scrollarci di dosso tutte le voci e le pressioni per concentrarci ancora di più“.

La punta scende poi più nel dettaglio nella sua analisi e dice: “A volte ci è mancato un pizzico di spregiudicatezza ma non credo che i problemi derivino solo dalla chimica tra attaccanti così come non si deve puntare il dito contro nessuno degli altri reparti. Devo ammettere che incontrare squadre che sono venute a Bologna a chiudersi non ci ha aiutati anche perché in quelle situazioni si possono anche perdere i nervi“. Sansone passa quindi a parlare dell’ambiente percepito in città e afferma: “È normale che Bologna abbia delle aspettative e che ci sia una parte dei tifosi che ci critica ma noi dobbiamo prendere energia dai tanti che ci sostengono sempre e trasformare anche i fischi in energia positiva. La miccia per ripartire però la possiamo trovare solo dentro noi stessi, non può arrivare dall’esterno“. L’ultimo pensiero della punta è quindi per il Livorno, prossimo avversario del Bologna al Dall’Ara: “È vero che stanno affrontando un momento difficile – dichiara – ma queste sono partite sempre molto complesse. Non sarà comunque decisiva nè per noi nè per loro ma spero che vengano qui a giocare a viso aperto permettendo anche a noi di esprimere le nostre qualità“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *