Saputo tradito, Drogba pronto a tornare al Chelsea


Dopo appena sei mesi al Montreal Impact, Drogba è pronto a lasciare il club di Saputo con un anno di anticipo per tornare al Chelsea probabilmente come assistente di Hiddink

– di Marco Vigarani –

Drogba ancora protagonista al Chelsea (ph. Zimbio)

Drogba in maglia Chelsea: è pronto il terzo ritorno a Stamford Bridge (ph. Zimbio)

Didier Drogba non riesce proprio a stare lontano dal Chelsea. È un’attrazione irresistibile quella che lega l’attaccante ivoriano al club londinese al punto da spingerlo verso il tradimento nei confronti di Joey Saputo e del contratto che lo legherebbe al Montreal Impact fino al 31 dicembre 2016. L’avventura canadese di Drogba, colpo del mercato estivo del presidente del Bologna, dovrebbe concludersi entro poche ore a causa di questa irrefrenabile voglia di tornare a dare una mano concreta ai Blues che stanno vivendo una delle peggiori annate della loro storia e, cacciato Mourinho, si sono affidati al traghettatore Hiddink per tentare la risalita. L’attaccante africano era presente in tribuna a Stamford Bridge già prima di Natale e sta facendo di tutto per concretizzare il suo terzo ritorno ad un club incontrato nel 2004 e per il quale è sceso in campo 381 volte segnando 164 reti. Non è ancora chiaro il ruolo che Drogba avrebbe nel Chelsea del 2016 visto che Hiddink vorrebbe avvalersi delle sue capacità anche in qualità di assistente: possibile un ruolo da allenatore-giocatore che dia il via ad una sorta di apprendistato in grado di trasformare il 37enne di Abidjan nel futuro tecnico dei Blues.

Drogba regala le semifinali Mls al patron Joey Saputo e al suo Montreal (ph. FRANCK FIFE/AFP/Getty Images)

Drogba tradirebbe Saputo concludendo con un anno di anticipo l’esperienza in Canada (ph. Getty Images)

Nel frattempo, messa alle strette dal corso degli eventi, la società nordamericana si è vista costretta a pubblicare una nota ufficiale in cui spiega che: “Siamo attualmente in contatto con Didier Drogba ed il Chelsea. Stiamo facendo tutto il possibile per averlo di nuovo con gli Impact nel 2016. Comprendiamo il suo attaccamento alla sua ex squadra e desideriamo aiutarlo. Siamo disposti ad andargli incontro ma il nostro obiettivo è di averlo di nuovo qui per un’altra stagione come da contratto. Questa situazione è fuori dal nostro controllo. Ringraziamo i tifosi per la comprensione e la pazienza“. Si legge chiaramente il disappunto della dirigenza guidata da Joey Saputo nell’assistere impotente a questa inattesa svolta del destino neanche due mesi dopo un’altra nota che escludeva categoricamente la possibilità che Drogba potesse vestire in futuro la maglia del Bologna. Quella rossoblù no, ma quella del Chelsea evidentemente si. E fonti esperte di mercato americano confermano che gli Impact sarebbero ormai rassegnati a non rivedere più l’ivoriano in Canada e starebbero setacciando il mercato europeo a caccia di un degno sostituto pensando nuovamente anche ad Alberto Gilardino, già cercato un anno fa.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *